Perù

Proposti dai nostri esploratori

Tour consigliati e viaggi in Perù

Cosa vedere durante un viaggio in Perù?

Una terra magica dove la natura e la storia si intrecciano

Grazie al fascino conferito dalla storia degli Inca, che qui avevano il centro del loro Impero, il tour del Perù si presenta come un viaggio attraverso storia, natura e mistero: infatti, le cose da vedere in Perù non si limitano solamente ai resti dell’Impero inca, ma la magia si estende anche verso attrazioni naturalistiche uniche nel suo genere. Infatti il Perù è una delle mete predilette anche dagli amanti del trekking, impegnativo o leggero che sia.

In Perù si può visitare la zona di Machu Picchu, con la sua città perduta arroccata sulle montagne, le misteriose linee di Nazca e la Valle Sacra degli Inca dove si trovano reperti storici unici di popolazioni che ormai non esistono più.

Ma non solo storia, archeologia e misteri, perché come abbiamo detto il viaggio in Perù è anche trekking naturalistico, grazie alla possibilità di potersi recare nelle zone del Lago Titicaca e grazie ai canyon e ai vulcani offerti dalle Ande, specialmente nella zona di Arequipa.

Se il trekking naturalistico però non è l’unico obiettivo degli amanti di quest’attività, beh, c’è anche quello urbano, con la capitale Lima in cima alla lista delle città da vedere in Perù: una città vivissima, in pieno sviluppo, dove molte culture dell’America meridionale convergono e creano quella che è una delle metropoli più importanti di tutto il continente.

Tra le città, anche Arequipa e Cuzco, l’antica capitale dell’impero inca che è stata completamente ricostruita dai coloni spagnoli, dove la tradizione degli indigeni si è mischiata con quella degli spagnoli a creare contraddizioni favolose da vivere e testare con mano.

viaggio-in-perù

Lima si presenta come regno del caos, dove l’allegria è un sentimento comune e dove le culture del Sud America si incrociano spesso a creare degli ibridi che conferiscono alla città lo status di una delle più importanti metropoli dell’America Latina.

Lima è coloratissima, piena di locali e ristoranti, con una sfrenata vita notturna; soffermandoci sulla gastronomia, la cucina peruviana è in forte ascesa e tra le più considerate al mondo dagli chef stellati. Infatti, proprio a Lima si trovano alcuni tra i ristoranti più famosi di tutto il sud America, alcuni dei quali stellati.

Arrivati a Lima sembra di essere in una città in continua evoluzione e il turismo è sicuramente una delle motivazioni principali che stanno trainando la città verso la strada che la porterà ad essere una delle città più ricercate dai turisti di tutto il mondo.

Essendo una vecchia città coloniale spagnola, le orme lasciate dai coloni sono ben visibili soprattutto nel Centro Storico, dove si trova la Plaza Sant Martin che al centro possiede la statua di José de San Martin, liberatore del popolo peruviano, e la Plaza de Armas dove sorge la Cattedrale di Lima che al suo interno possiede la tomba del conquistatore Francisco Pizarro. Poco distante dal centro c’è il Monastero de San Francisco, all’interno del quale ci sono delle catacombe da visitare. Tra i musei da visitare si consiglia il museo Larco, che prende il nome dal suo fondatore, Rafael Larco Hoyle, e che vanta un’enorme collezione di oggetti, soprattutto ceramiche, precolombiane.

Lima, come per le altre città del Sud America, è divisa in diversi quartieri: uno di questi è il Barranco, quartiere bohémien che nasconde tra le sue vie dalle case color pastello, piccole gallerie d’arte e piccoli locali molto chic. Qui si può vedere il ponte De Los Suspiros, i diversi murales che rallegrano i muri del quartiere stesso e si possono passare piacevoli momenti di cultura.

Miraflores è un altro quartiere molto interessante, rivoluzionato negli anni per accogliere turisti e uomini d’affari, nel quale è stato costruito un centro commerciale dove si può far shopping e ammirare la vista dell’Oceano Pacifico.

Infine, Lima è una città molto giovanile, quindi si possono trovare molte soluzioni per divertirsi durante il cosiddetto “night shift” e un ultimo avvertimento va dato riguardo ai ristoranti stellati: sicuramente non sono economici, ma rispetto ai loro pari italiani decisamente accessibili (unico neo, bisogna prenotare almeno un mese prima perché la lista delle persone in attesa è veramente lunga).

viaggio-in-perù

L’attrazione principale per i viaggiatori di tutto il mondo durante il proprio viaggio in Perù è senza dubbio il Machu Picchu.

Questo sito archeologico, posto sulla cima di una montagna a 2-340 mt slm, è stato eletto nel 2007 come una delle Sette Meraviglie del Mondo Moderno, mentre faceva già parte del Patrimonio UNESCO da molto prima.

Machu Picchu è la città perduta degli Inca, simbolo del Perù, nonché uno dei luoghi più desiderati dai viaggiatori e dagli amanti del trekking di tutto il mondo. Un luogo magico, dove sembra di essere catapultati nel passato, raggiungibile dopo una scarpinata di tre giorni da Cuzco o con quindici minuti di bus da Aguas Calientes.

Una volta arrivati, ci si trova in un complesso di circa 10 km quadrati, suddiviso in decine di livelli, dove si può visitare quello che era il complesso agricolo, con le terrazze per la coltivazione, e la zona urbana, dove si trovano i resti dei palazzi e delle vie dove si svolgeva la vita religiosa e commerciale.

Un sito meraviglioso, dove la religione e l’osservazione delle stelle erano le principali attività svolte e dove ci si può immergere nella magnificenza di un Impero che ormai non c’è più.

viaggio-in-perù

Considerata da molti come una delle città più belle e tappa imprescindibile per chi decida di realizzare un tour del Perù, Cuzco che in quechua significa “ombelico”, era il punto in cui si collegavano paradiso ed inferno ed era anche la capitale della civiltà inca.

Questa città è forse la più impegnativa del viaggio in Perù perché a causa della sua altitudine (3.400 mt slm) rende difficile l’acclimatazione e di conseguenza le escursioni più faticose. Per visitare Cuzco si può partire da Plaza San Francisco, dove c’è la porta di ingresso alla città coloniale e l’omonima chiesa. Qui si può notare che Cuzco è una città molto viva, vivace e piena di colori e di turisti, soprattutto se si prosegue lungo Marquez, la via commerciale piena di negozi dove fare shopping.

La città è piena di riferimenti coloniali, come è possibile vedere in Plazoleta Espinar, dove c’è anche la chiesa de la Merced e in Plaza de Armas dove i palazzi cinquecenteschi, che sono ormai tutti trasformati in ristoranti, hanno dei balconi intagliati finemente in legno, uno più bello dell’altro.

In Plaza de Armas si trova anche la maestosa Cattedrale i cui gradini fanno da tribuna per ammirare la cittá di Cuzco dall’alto, all’interno invece si trova un vero e proprio museo di dipinti della scuola cuzquena, un mix di pittura seicentesca europea contaminato dallo stile andino.

Da vedere inoltre c’è il Museo de Arte Religioso, l’Antico Tempio di Inca Roca e il caratteristico quartiere di San Blas dove c’è uno stupendo mercato dell’artigianato.

Fuori dal centro, merita una visita il Choriocancha, che è un antico tempio inca dedicato al Sole le cui mura erano ricoperte di lamine d’oro e sulle cui rovine è stato costruito il convento e la chiesa di Santo Domingo, e le rovine di Sacsaywaman.

In definitiva possiamo tranquillamente dire che Cuzco è la più bella città da visitare durante il proprio viaggio in Perù.

viaggio-in-perù

Situata sulla sponda peruviana del Lago Titicaca, Puno è una città che risulta veramente bizzarra agli occhi di un viaggiatore europeo. Qui si mischiano diverse culture, come quella Aymara e Quechua, e la vicinanza con il confine fa di questo posto un luogo di passaggio per molte altre ancora.

La città è particolare, in continua evoluzione come per Lima, solo che sembra incompiuta a causa di molti edifici moderni iniziati e mai finiti. L’attrazione principale è data dalle isole galleggianti e dal lago Titicaca: da Puno partono molte imbarcazioni per l’esplorazione dell’isola e della Titicaca National Reserve.

Qui ci si trova ad oltre 3.800 mt sul livello del mare e quindi è consigliabile portare una crema solare e qualcosa con cui ripararsi dal freddo, ma l’aria che viene respirata a Puno è tra le più pure di tutto il mondo e vale la pena andare.

Le isole galleggianti di Uros sono artificiali e costruite con le canne di totora, e camminare sopra di esse non è molto facile ma vale la pena provare quest’esperienza.

Infine, se si desidera esplorare il lago in più di una giornata, ci si può fermare a dormire nelle case delle persone, come nell’isola di Amantani, al centro del lago, oppure sull’isola di Taquille che sembra quasi mediterranea.

A Puno si può scorgere una natura stupenda, sul lago navigabile più alto del mondo, circondato dalle Ande innevate e in compagnia di una popolazione poverissima, ma estremamente sorridente.

viaggio-in-perù

Vicina a Cuzco c’è la valle del fiume Urubamba che si forma nelle Ande peruviane, conosciuta anche come la Valle Sacra degli Incas. Anche questo luogo è pieno di siti archeologici che lo rendono molto interessante e tappa consigliata per chi decidesse di fare un viaggio in Perù.

In quella che è considerata la culla dell’Impero Inca si possono vedere molte rovine collegabili alle città che hanno reso questo antico popolo uno dei più grandi dell’America meridionale e del mondo antico. La valle ha un’importanza strategica per coloro che vogliono affrontare un tour del Perù: essa infatti si pone tra Cuzco e Machu Picchu e quindi risulta necessario attraversarla.

Il prezzo, soprattutto in termini di tempo da pagare, è comunque speso bene: qui si possono visitare numerosi siti, come Aguas Calientes che è una città che si trova in prossimità di Machu Picchu, dove è necessario pernottare prima di accedere all’antica città arroccata.

Oppure si può visitare il sito di Ollantaytambo che è stata una delle ultime città inca a cadere a causa della colonizzazione spagnola: questo sito si trova a 2.800 mt sopra il livello del mare e solamente la visione dei grandi blocchi granitici da più di cinquanta tonnellate di peso vale il più grande stupore possibile. Inoltre, sempre qui si può vedere il volto di Wiracochan, scolpito nella roccia montuosa, che osserva con aria severa tutti i viaggiatori che passano su queste vie.

Inoltre c’è Pisac, cittadina con rovine simili a quelle che si possono vedere a Machu Picchu e con un mercato settimanale molto interessante e carino dove si possono trovare artigianato e specialità locali e con la festa della Virgen del Carmen, dove si sfila in costumi coloratissimi, si balla, si canta e si beve un bel po’.

Un altro spettacolo è quello offerto dalle Saline di Maras, create da una sorgente termale ricca di sodio che viene deviata in queste saline verticali donando loro un aspetto bianco molto suggestivo e dove si trovano molti prodotti collegabili a sale e benessere.

Ma la Valle Sacra, oltre a riportare le testimonianze di un popolo antichissimo, porta con sé ancora molti segreti da scoprire e per questo consideriamo questa meta come immancabile nel proprio viaggio in Perù.

viaggio-in-perù

Molti turisti che hanno già visitato il paese dicono che Arequipa sia una delle città più belle da visitare durante un tour del Perù. Questa città, che ha preso i connotati di una città spagnola, possiede una vita molto tranquilla, ma anche una serie di bellezze da scoprire.

Il centro storico della città, Patrimonio UNESCO, fonde elementi coloniali con altri locali e la pietra bianca è la principale materia prima utilizzata. Da vedere assolutamente ad Arequipa è il Convento di Santa Catalina, meraviglioso ed enorme con un’età di quasi cinquecento anni; ma anche il Convento di Santa Teresa e la Chiesa della Compañía, costruita secondo lo stile barocco andino.

La piazza centrale, Plaza de Armas, è contornata da edifici con porticati mentre da un lato si eleva la Cattedrale, all’interno di cui si può fare una breve passeggiata.

In città, per quanto riguarda i musei da vedere, c’è sicuramente il Museo Andino, dove si può vedere la mummia di Juanita offerta in sacrificio millenni fa, e altri reperti Inca.

La via principale che attraversa la città è via Mercaderes, dove si può fare shopping per tutte le esigenze, dai marchi più importanti alle botteghe con prodotti locali. Ma se un turista vuole sempre passare per i mercati rionali per tuffarsi nella quotidianità del luogo e per trovare qualche affare, non può mancare il mercato di San Camilo, dove si può trovare di tutto tra artigianato e prodotti alimentari.

Infine, anche ad Arequipa non mancano le occasioni per fare trekking: fuori dalla città ci sono diversi vulcani e un canyon, il Colca Canyon dove si possono ammirare anche i condor andini, e nella riserva nazionale Salinas y Aguada Blanca, dove si possono vedere lama e alpaca pascolare tranquilli.

Arequipa offre però anche un po’ di relax, grazie alle terme vicino a Chivay che portano il nome di La Calera: la zona è vulcanica, quindi non solo in grado di offrire panorami mozzafiato, ma anche luoghi dove potersi lasciar andare.

viaggio-in-perù

Nazca rappresenta una delle attrattive principali per chi decidesse di affrontare un viaggio in Perù visto che possiede siti archeologici molto famosi in tutto il mondo.

Tra i siti presenti, quelli di maggiore rilevanza riguardano le famose Linee di Nazca che sono dei geoglifi realizzati tra il 300 a.C e il 500 d.C. sul deserto di Nazca dalla civiltà che prende l’omonimo nome della zona e che raffigurano più di ottocento diversi disegni. Non si conoscono ancora le reali motivazioni dietro alla creazione di tali opere, ma le guide del luogo sono molto preparate ed è possibile anche incontrare archeologi mentre cercano di risolvere tale quesito.

Ma le linee di Nazca non costituiscono l’unica motivazione per cui questa città debba essere inserita all’interno delle tappe per un tour del Perù, perché oltre alle linee c’è da visitare il Centro Cerimoniale di Cahuachi, costruito nel bel mezzo del deserto, dove è possibile visitare il Museo Antonini costruito dall’archeologo Orefici grazie alle donazioni della famiglia Antonini e una necropoli.

Infine, molto interessanti sono le escursioni presso il Cimitero di Chauchilla che contiene reperti della civiltà Nazca e l’Acquedotto di Cantayo, un’opera di ingegneria idraulica eccezionale che fa parte di un sistema di acquedotti dello stesso tipo (chiamati “puquios”) costruiti dalla civiltà preincaica dei Nazca circa 1500 anni fa.

INFORMAZIONI RAPIDE:

VALUTA:  Nuovo Sol
1 EUR = 3,75 PEN (circa)

CAPITALE: Lima

LINGUA: Spagnolo, Quechua

FUSO ORARIO: -6 Ore rispetto l’Italia.

VISTI: Nessuno. Necessario solo il passaporto per soggiorni inferiori ai 183 giorni.

RELIGIONE: Cristianesimo (94%), altre.

VACCINAZIONI: Nessuna.

Da Giugno a Ottobre per un viaggio perfetto

Quando andare in Perù?

Il clima del Perù è un clima molto uniforme e non presenta differenze particolari a seconda della zona in cui ci si trovi.

Scegliere un periodo per affrontare un tour del Perù quindi è molto semplice: durante l’inverno australe.

Il meteo della Perù durante l’inverno australe infatti è molto stabile, con poche precipitazioni: la zona a sud è quella più praticata dai viaggiatori, in quanto è qui che si trovano i punti d’interesse maggiori e in quel periodo il clima è secco.

Se si affronta un viaggio in Perù quindi, il periodo che consigliamo è quello che intercorre tra giugno e ottobre.

LA NOSTRA VALUTAZIONE PER MESE

Gennaio ☀️☀️
Febbraio ☀️☀️
Marzo ☀️☀️
Aprile ☀️☀️☀️
Maggio ☀️☀️☀️☀️
Giugno ☀️☀️☀️☀️☀️
Luglio ☀️☀️☀️☀️☀️
Agosto ☀️☀️☀️☀️☀️
Settembre ☀️☀️☀️☀️☀️
Ottobre ☀️☀️☀️☀️☀️
Novembre ☀️☀️☀️
Dicembre ☀️☀️

Cosa c'è da sapere prima di partire per un viaggio in Perù

Perù: Domande Frequenti

Quali documenti mi servono per un viaggio in Perù?

Per un viaggio in Perù è necessario solo il passaporto con una validità residua di almeno 6 mesi. Inoltre le Autorità potrebbero richiedere anche di esibire il biglietto di ritorno, quindi preferibile possederlo.

Consigliamo comunque di visitare questo sito per tutte le informazioni utili prima di intraprendere un viaggio in Perù.

Devo fare vaccinazioni obbligatorie per un viaggio in Perù?

Per un viaggio in Perù non è obbligatoria alcuna vaccinazione.

Per ulteriori informazioni sulla situazione sanitaria, coloro che si apprestano ad intraprendere un viaggio in Perù possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Posso comprare una scheda SIM in Perù per connettermi a Internet?

Durante un viaggio in Perù si avrà sicuramente la necessità di connettersi ad Internet, tutte le attività commerciali e gli alberghi nelle grandi città dispongono di WI-FI di buona qualità a cui ci si può connettere.

Ma a chi volesse essere connesso durante il proprio viaggio in Perù anche quando si è fuori dalle strutture dove si soggiorna può essere conveniente comprare una scheda SIM con un piano di connessione ad Internet in 4G. Si può comprare una scheda SIM dei 4 principali operatori: Movistar, Claro, Entel e Bitel per poi aggiungere un pacchetto dati per la navigazione. Ci sentiamo di consigliamo soprattutto la Movistar (copertura migliore) anche se è la più cara, in alternativa Claro.

Indispensabile per acquistare una Scheda SIM in Perù è il documento di riconoscimento.

Devo acquistare un'assicurazione sanitaria per un viaggio in Perù?

Per un viaggio in Perù e per qualunque paese al di fuori della comunità europea si consiglia di stipulare prima della partenza un’assicurazione medica e sul bagaglio.

Tutti i viaggi proposti e venduti da Colopolo.it e quindi anche i viaggi in Perù comprendono nel prezzo sempre un’assicurazione medica e bagaglio.

Ovviamente c’è possibilità di stipulare polizze assicurative di viaggio ad hoc per qualsiasi esigenza.

È pericoloso viaggiare in Perù?

Fare un viaggio in Perù non può essere considerato molto pericoloso. Siamo in Sudamerica, il tasso di criminalità comune è elevato e per questo è consigliato di prestare molta attenzione nelle città più grandi. soprattutto nella capitale Lima.

A Lima si consiglia di adottare particolare cautela nelle aree periferiche, nel centro storico e la zona portuale di Callao. Si consigliano inoltre hotel nella zona di San Isidro o Miraflores e di non ostentare oggetti di valore o denaro. Stessa cosa nelle aeree di grande interesse turistico come Cuzco e Machu Picchu dove i borseggiatori sono molto attivi.

Per tutte le informazioni specifiche in merito alla sicurezza coloro che si apprestano a fare un viaggio in Perù possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Ho bisogno di un adattatore di corrente per un viaggio in Perù?

In Perù la corrente elettrica è a 220 V e 60Hz con prese di tipo A, B e C.

Pertanto a coloro che si apprestano a fare un viaggio in Perù consigliamo di acquistare un adattatore universale di corrente.