Proposti dai nostri esploratori

Tour consigliati e viaggi in Oman

Cosa vedere durante un viaggio in Oman?

Un viaggio nella terra da ``Mille e una notte``

Il viaggio in Oman, alla scoperta della terra fiabesca delle ‘Mille ed una notte’. Un viaggio nel cuore del Medio Oriente tra deserto, moschee, canyon, villaggi e castelli ma anche spiagge bianche e acque cristalline, nella terra dal quale partirono le avventure di Sinbad il marinaio.La politica moderna imposta dal Sultanato sta favorendo l’arrivo dei tanti viaggiatori che negli ultimi anni scelgono un viaggio in Oman per le proprie vacanze.

Muscat, capitale e sede dei più importanti edifici amministrativi dell’Oman, sta diventando una nuova realtà turistica che si affaccia sul mondo. Questa città possiede i monumenti più belli dell’Oman, come la Sultan Qaboos Grand Mosque (una delle tre più grandi del pianeta), diversi musei che raccontano con manoscritti ed oggetti la storia dell’Oman e soprattutto il Palazzo Reale, dimora del Sultano. Una città che ha saputo unire bene storia e modernità, basti pensare alla riqualificata zona del porto, dove sono stati costruiti alberghi di lusso.

Inoltre durante il viaggio in Oman, da Muscat è possibile fare percorsi per montain bike o trekking e visitare l’entroterra del Paese; non solo, anche ammirare la splendida barriera corallina ed i pesci colorati delle acque con snorkeling ed immersioni.

Un viaggio in Oman, regala tante emozioni, una su tutte l’escursione nel deserto di Wahiba Sands. Un’ampia zona desertica raggiungibile con una jeep o sulle gobbe di un cammello, dove poter dormire sotto le stelle in accampamenti ben organizzati vicino al fuoco caldo di un falò. Una zona, questa, poco distante da un’altra città importante dell’Oman, come Nizwa. Una cittadina che per anni è stata capitale del Paese e che è famosa per la moschea del Sultano Qaboos una delle più antiche dell’Oman, ma anche per essere una città con un’importante tradizione nella coltura dei datteri. Nonché per essere luogo ideale, vista la vicinanza, per sostare in vista dell’escursione al Grand canyon d’Arabia oppure per visitare Bahla, città misteriosa e terra di stregoni e magia nera.

Il viaggio in Oman, non può non fare tappa a Wadi Shab e Wadi Tiwi, due importanti canyon fatti di rocce granitiche ricoperte da palme, solcati da acque turchesi che si possono risalire a bordo di una piccola imbarcazione o anche a nuoto. Per dare quel tocco di avventura al viaggio in Oman alla scoperta di paesaggi unici. Dopo l’avventura del canyon si torna, invece, sul Golfo di Oman e in particolare nella cittadina portuale di Sur, ed è qui che il viaggio in Oman assume un lato di relax e mare. Qui infatti il clima straordinario e il mare caldo e limpido sono l’ideale per rilassarsi. Un’escursione sulla spiaggia di Ras Al Hadd, non distante da Sur, permette di ammirare decine di tartarughe marine che vanno a depositare li le loro uova.

viaggio-in-oman

Un tempo città di navigatori, Muscat è diventata oggi una dinamica realtà turistica che si affaccia sul mondo.

Un viaggio a Muscat, alla scoperta delle meraviglie della capitale dell’Oman, tra fortezze, musei, il Palazzo Reale e la Moschea. La Sultan Qaboos Grand Mosque, è tra i monumenti più belli dell’Oman e tappa imperdibile durante il tour di Muscat. Un imponente edificio commissionato dal sultano Qubus ibn Said nel 1992, è una delle tre moschee più grandi del mondo; la sala della preghiera è grande ben 74 metri. Un edificio aperto a tutti i turisti, anche non musulmani, che possono così ammirare il lampadario di cristallo Swarovski, il rivestimento marmoreo ed il grande tappeto persiano fatto a mano.

Il tour di Muscat continua con la visita al Forte al Jalali, che in passato era una prigione costruita tra le montagne rocciose, ora invece è un museo dedicato al patrimonio culturale dell’Oman. Stesso di discorso per il Forte Al Mirani, costruito con la stessa funzione dell’altro; entrambi sono chiusi al pubblico e sono ammirabili solo dall’esterno.

Tra le cose da vedere a Muscat, poi, c’è l’imponente Palazzo Reale Qasr Al Alam, ufficio del Sultano e del primo ministro. Un edificio meraviglioso che si erge su un porto ad acqua profonda, protetto dai due Forti.

Come detto, tra le cosa da vedere a Muscat ci sono anche diversi Musei, tra i quali il Museo Bait al Zubair che racchiude documenti sulla storia dell’Oman; l’Omani French Museum che racconta il legame tra questa nazione e la Francia attraverso l’esposizione di numerosi oggetti risalenti al XIX secolo. Inoltre la Baut Muzna Gallery in cui sono esposte opere d’arti di artisti non sono locali, manche di artisti che scelgono di lavorare in Oman.

La zona di Mutrah, invece, un tempo villaggio di pescatori, oggi è famosa soprattutto per il suo lungomare ed il suo borgo. Passeggiando in questa zona, da poco riqualificata, si vedono nel porto i dhow, le tipiche barche a vela arabe usate dai pescatori, che scaricano e vendono il pesce appena pescato; a dominare la scena però è il lussuoso yacht del Sultano dell’Oman. A protezione del porto c’è la fortezza e la torre di avvistamento, entrambe costruite dai coloni portoghesi. La torre oggi è chiusa al pubblico, ma salendo a piedi sulla collina dove è eretta, si può ammirare uno splendido panorama. Sempre in questa zona, ci sono due importanti Musei, anche loro da vedere assolutamente durante un viaggio in Oman: il Baranda Museum è una casa degli anni ’30 dove è stata allestita un’esposizione della storia dei Muscat ed il Museo d’arte moderna di Ghayla.

Da vedere anche l’Acquario e centro di scienza marina di Muscat, che al suo interno ospita anche specie marine in via di estinzione. Inoltre, passeggiando per la città, si può vedere il vascello Sohar boat, un’imbarcazione a bordo della quale nel 1980 Severin ed il suo equipaggio volevano ripercorrere il leggendario viaggio di Sinbad, e raggiungere la Cina.

Ma Muscat non è solo arte e cultura, offre infatti tante opportunità avventurose come immersioni, trekking e corse in mountain bike, ma anche shopping e relax nelle spiagge ed infine una movimentata vita notturna.

Diversi sono i percorsi di trekking, attraverso le montagne dell’Oman, altrettanto quelli per i tour in bicicletta, alla scoperta di sentieri nascosti ed alla ricerca di bellissimi panorami. Per le immersioni ed escursioni sul mare, ci sono diversi centri, come il Blue zone Diving, l’Oman Dive Center e l’Omanta Scuba che organizza gite per avvistare delfini o escursioni sulle isole Damaniyat, Fahal Island e Bhandra Kharan. Per quanto riguarda le spiagge, la vacanza in Oman, offre diverse destinazioni, come ad esempio Qurum e Marjan che sono spiagge pubbliche con piccole barriere coralline, adatte allo snorkelling.

 

viaggio-in-oman

Città da non perdere durante il viaggio in Oman è Nizwa, una città tradizionale con numerose attrazioni turistiche, costruita sull’orlo del Wadi Al-Abyad.

Nizwa è conosciuta anche e soprattutto per la Moschea del Sultano Qaboos, che una delle più antiche di tutto l’Oman. Tuttavia è famosa anche per le sue coltivazioni, in particolar modo per i datteri, quindi durante il viaggio in Oman il mercato di Nizwa diventa quasi una tappa obbligatoria, per scoprire e riscoprire i sapori tipici del Medio Oriente. 

Nizwa in passato è stata per anni capitale del Sultanato dell’Oman, si trova al centro del Paese in un punto strategico per chi desidera raggiungere diversi luoghi d’attrazione dell’Oman. Infatti da questa città, in poche ore si può raggiungere il Grand Canyon d’Arabia, dove dalla cima più alta dell’Oman, a circa 3.000 metri, si può godere della splendida vista offerta dalla natura. Stessa distanza anche per il Jabal Akhdar, conosciuto anche come ‘montagne verdi’, è un luogo eccezionale che unisce montagne aride ed abbondanti colture. Da Nizwa è facilmente raggiungibile Bahla, una città conosciuta per i suoi stregoni e la magia nera dove si può ammirare il forte della città (Patrimonio dell’Unesco).

viaggio-in-oman

Sur è una città portuale nel nord-est dell’Oman costruita sulle coste del Golfo di Oman. In passato è stato un’importante luogo commerciale di scambio tra i mercati asiatici ed occidentali, una località abitata per lo più da pescatori che negli anni sta riscoprendo anche il turismo.

Infatti sempre più viaggiatori da tutto il mondo sono attratti da un clima eccezionale e da molti chilometri di spiaggia su cui far tappa durante un viaggio in Oman. Sur è nna cittadina ben distante dal turismo di massa, ideale per una vacanza in Oman di puro relax sulle spiagge sabbiose a godersi un mare calmo e limpido, in un clima straordinario.

Inoltre da Sur è facilmente raggiungibile la spiaggia di Ras Al Hadd, conosciuta per la presenza di decine di esemplari di tartarughe marine che ogni anno si recano su questa spiaggia per depositare le uova.

viaggio-in-oman

Il viaggio in Oman, ha tra le sue tappe principali l’escursione nel deserto rosso di Wahiba Sands.

Partendo da Muscat a bordo si una jeep 4×4, dopo circa tre ore di viaggio si arriva in queste ampie dune di sabbia rossa, alte fino a 200 metri, che sembrano perdersi nell’infinito. Un’esperienza che diventa unica passando la notte nel deserto in uno dei tanti campi allestiti, come ad esempio il più tradizionale 1000 Nights Camp o il più lussuoso Desert Nights Camp. Qui si può assistere ad uno spettacolare tramonto ed un altrettanto bellissima alba, passando la notte sotto le stelle del deserto su una duna a mangiare gustose grigliate intorno al fuoco dell’accampamento.

viaggio-in-oman

Il Wadi Shab è situato tra Muscat e Sur, questo stretto canyon è solcato da un torrente le cui acque turchesi scorrono attraverso le pareti rocciose e montagne selvagge, ricoperte da palme lussureggianti. Insomma una vera e propria oasi. Il Wadi Shab è tra le cose da vedere durante il viaggio in Oman, un luogo che regala emozioni indimenticabili nonostante non abbia un accesso facile. Per accedere all’ingresso del canyon bisogna raggiungere il sentiero a bordo di una piccola imbarcazione che si trova al lato opposto del fiume. Da qui inizia un percorso di trekking che conduce fino ad alcune piscine naturali meravigliose. Dove si può scegliere di procedere a nuoto o continuare su un’imbarcazione e si arriva ad una parete rocciosa, che di lì a poco porta ad un’enorme cavità a cielo aperto, dove una cascata si getta tra le acque verde smeraldo.

Stesso discorso per il meno conosciuto Wadi Tiwi, che alterna paesaggi da oasi a palmeti, ma che a differenza del Wadi Shab è abitato e lungo il percorso ci si può fermare nei villaggi ed incontrare la cordiale popolazione locale. Poter dialogare con gli abitanti locali è senza dubbio un’esperienza unica ed indimenticabile del viaggio in Oman.

INFORMAZIONI RAPIDE:

VALUTA:  Rial Omani
1 EUR = 0,43 OMR (circa)

CAPITALE: Muscat

LINGUA: Arabo

FUSO ORARIO: +3 Ore rispetto l’Italia.

VISTI: Obbligatorio. Da ottenere su questo sito.

RELIGIONE: Islam (75%), Altre.

VACCINAZIONI: Obbligatorio il certificato della vaccinazione contro la febbre gialla solo se si proviene da paesi a rischio trasmissione.

Il periodo migliore è da Novembre a Marzo

Quando andare in Oman?

L’Oman ha un clima tropicale arido, le temperature raggiungono i 30 gradi durante i mesi invernali, mentre in estate si registrano picchi sino ai 40 gradi. Un clima arido contrassegnato dalla scarsità di piogge, considerando il fatto che piove solo qualche giorno tra gennaio e febbraio e a dicembre e marzo.

Nella zona montuosa, in particolare durante la notte, d’inverno le temperature scendono fino ai 10 gradi. Sulla costa che si affaccia sul Mar Arabico, l’influenza dei monsoni estivi aumenta la presenza di nuvole e pioggia, condizionando così le temperature che oscillano tra i 32-35 gradi nei mesi di maggio e giugno.

La zona desertica, invece, si differenzia dal resto del paese, qui infatti le temperature possono sfiorare anche i 50 gradi di giorno e i 28 gradi di notte. L’acqua del mare invece varia a seconda della costa: nel Golfo di Oman infatti oscilla tra i 24 di febbraio ai 33 tra giugno ed agosto; mentre le acque del Mar Arabico condizionate dai monsoni oscillano dai 31 gradi di ottobre e marzo ai 26 gradi di gennaio ed agosto.

Per il viaggio in Oman il periodo migliore è durante i mesi invernali, cioè da novembre a marzo: il caldo è meno opprimente e si può godere anche del mare; gli altri mesi, invece, tendenzialmente più freschi sono ideali per le escursioni nel deserto.

LA NOSTRA VALUTAZIONE PER MESE

Gennaio ☀️☀️☀️☀️☀️
Febbraio ☀️☀️☀️☀️☀️
Marzo ☀️☀️☀️☀️☀️
Aprile ☀️☀️☀️☀️
Maggio ☀️☀️☀️
Giugno ☀️☀️
Luglio ☀️☀️
Agosto☀️
Settembre☀️☀️☀️
Ottobre☀️☀️☀️☀️
Novembre☀️☀️☀️☀️☀️
Dicembre ☀️☀️☀️☀️☀️

Cosa c'è da sapere prima di partire per un viaggio in Oman

Oman: Domande Frequenti

Quali documenti mi servono per un viaggio in Oman?

Per un viaggio in Oman è necessario il passaporto con una validità di almeno 6 mesi ed del visto d’ingresso che si ottiene facendo richiesta online su questo sito

Per accedere alla piattaforma online per la richiesta del visto turistico è necessario essere registrati ed avere a disposizione una scansione del proprio passaporto e una carta di credito per il pagamento. Sono disponibili tre diverse tipologie di visto turistico a seconda di quanto si soggiorna in Oman:

  • Tourist Visit Visa 10D/ 26A: valido per 1 ingresso per massimo 10 giorni, prezzo 5 OMR,
  • Tourist Visit Visa 30D/ 26B: valido per 1 ingresso per massimo 30 giorni, prezzo 20 OMR,
  • Tourist Visit Visa 1YR/ 36B: valido per più ingressi nel corso di un anno (massimo 30 giorni per ingresso) prezzo 50 OMR.

Per maggiori informazioni, a tutti coloro che si apprestano a partire per un viaggio in Oman consigliamo di consultare il sito della Farnesina.

Devo fare vaccinazioni obbligatorie per un viaggio in Oman?

Per un viaggio in Oman non è obbligatoria alcuna vaccinazione.

***Solo coloro che provengono da un paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione, o anche se solo hanno transitato per più di 12 ore in uno di questi paesi, devono fornire un certificato di avvenuta vaccinazione contro la malattia.

Per ulteriori informazioni sulla situazione sanitaria, strutture e malattie presenti visita il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina prima di intraprendere un viaggio in Oman.

Posso comprare una scheda SIM in Oman per connettermi a Internet?

Durante un viaggio in Oman si avrà sicuramente la necessità di connettersi ad Internet, tutti gli alberghi e la maggior parte dei ristoranti, bar e locali possiedono reti WI-FI a cui ci si può connettere senza problemi.

Ma a chi volesse essere connesso durante il proprio viaggio in Oman anche quando si è fuori dalle strutture dove si soggiorna consigliamo di comprare una scheda SIM con un piano di connessione ad Internet in 4G. Si può tranquillamente fare già in aeroporto all’arrivo nel paese, acquistando una scheda SIM della compagnia Omantel che a prezzi moderati offre Gb di connessione internet e addirittura Whatsapp illimitato. Indispensabile per acquistare una Scheda SIM in Oman è il passaporto.

Devo acquistare un'assicurazione sanitaria per un viaggio in Oman?

Per un viaggio in Oman e per qualunque paese al di fuori della comunità europea si consiglia di stipulare prima della partenza un’assicurazione medica e sul bagaglio.

Tutti i viaggi proposti e venduti da Colopolo.it e quindi anche i viaggi in Oman comprendono nel prezzo sempre un’assicurazione medica e bagaglio.

Ovviamente c’è possibilità di stipulare polizze assicurative di viaggio ad hoc per qualsiasi esigenza.

È pericoloso viaggiare in Oman?

Fare un viaggio in Oman è sicuro, infatti il tasso di criminalità basso;  ci sono pochi i furti e quasi inesistenti le rapine. Si consiglia comunque di esercitare le normali regole di prudenza.

Tuttavia consigliamo sempre di esercitare le normali regole di prudenza.

Per tutte le altre informazioni specifiche coloro che si apprestano a fare un viaggio in Oman possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Ho bisogno di un adattatore di corrente per un viaggio in Oman?

In Oman la corrente elettrica è a 240V e 50Hz con prese di tipo C e G. Segnaliamo che sono comuni variazione di tensione. Consigliamo quindi l’acquisto di un adattatore universale di corrente a tutti coloro che si apprestano a partire per un viaggio in Oman.