Messico

Proposti dai nostri esploratori

Tour consigliati e viaggi in Messico

Cosa vedere durante un viaggio in Messico?

Un viaggio unico tra una storia antichissima e una natura meravigliosa

Il Messico è una delle mete turistiche più affascinanti al mondo ed ogni anno attira un importante numero di turisti, attratti non solo dal patrimonio storico e culturale che questo paese racchiude, ma anche e soprattutto per la bellezza delle sue spiagge e del suo mare ricco di una coloratissima barriera corallina.

Un viaggio in Messico è un viaggio tra vere e proprie metropoli come Guadalajara e Città del Messico, città all’avanguardia ricche di musei che raccontano la storia maya ed azteca ma che possiedo anche edifici amministrativi, chiese e quartieri con colorati palazzi coloniali.

Come detto il viaggio in Messico è un mix tra storia e mare. Per questo dopo le due città più grandi del Paese, la vacanza in Messico si sposta in importanti località che migliaia di anni fa sono state la culla delle popolazioni indigene native, i Maya. Non può mancare infatti una visita ai siti archeologici di Chichen Itza, Palenque ed Uxmal che sono solo alcuni dei luoghi dove sono stati riportati alla luce templi e costruzioni tipiche dell’era dei Maya.

Per quanto riguarda invece il mare, le località più conosciute e belle sono quelle delle Riviera Maya, Cancun, Tulum e Playa del Carmen; dove la sabbia fine, il mare cristallino e la colorata barriera corallina sono solo alcune delle bellezze di queste località. Per finire una visita rapida alle distillerie di tequila oppure alle aziende che lavorano il cioccolato, per vedere i vari processi di lavorazione ed assaggiare due tra i prodotti più conosciuti del Messico.

viaggio-in-messico

La capitale degli Stati Uniti Messicani, Città del Messico è una delle metropoli più grandi del mondo con i suoi dieci milioni di abitanti solamente nella città, mentre l’intera area metropolitana sfiora i ventiquattro milioni di abitanti.

Città del Messico è inoltre il principale centro politico, economico e culturale della nazione, che nel corso degli anni ha inglobato villaggi e piccoli comuni limitrofi sino ad assumere l’attuale grandezza. Una delle più importanti attrazioni della città è certamente l’enorme Cattedrale Metropolitana di Santa Maria Assunta, la principale chiesa cattolica della città; formata da cinque navate e sedici cappelle, tra le quali quelle dedicate all’Immacolata Concezione e la cappella di Nostra Signora del Guadalupe. ù

Altra attrazione da vedere a Città del Messico è il Castello di Chapultepec, situato a oltre 2.000 metri sull’omonimo monte. Il castello si trova all’interno di un Parco ed ospita attualmente il Museo Nazionale di Storia, ma nel corso degli anni è stato utilizzato come accademia militare. Sempre nel parco di Chapultepec si trova il Museo Nazionale di Antropologia, dove è esposta la più vasta e approfondita collezione di arte precolombiana delle culture Maya e Azteca.

Nel centro storico della città si trova l’imponente Torre Latinoamericana, un grattacielo ultra moderno considerata uno dei simboli di Città del Messico, per via della sua notevole altezza, 182 metri, per la quale l’edificio domina lo skyline della città insieme alla più recente torre del World Trade Center Mexico. Sempre nel centro storico, c’è un altro luogo edificio da vedere durante il tour di Città del Messico è il Palazzo Nazionale, situato nella Piazza della Costituzione; un edificio in stile barocco che fu utilizzato come alloggio coloniale del Vicerè. Un altro monumento assai significativo per la storia della città è la Colonna dell’Indipendenza, una statua di bronzo alta sette metri conosciuta anche con il nome di el Angel, per via della figura alata che ne caratterizza la struttura.

viaggio-in-messico

La cittadina di Santiago de Queretaro, capitale dell’omonimo stato, si trova nella parte centrale del Messico all’interno della Riserva della Biosfera Sierra Gorda. In questo piccolo stato, dal grande patrimonio paesaggistico e storico, sono sopravvissute alcune cittadine che si basano ancora su un’economia incentrata sull’agricoltura e sull’allevamento. Santiago de Queretaro è la più grande si queste città: una città moderna con un interessante centro storico, con bellissime piazze, eleganti edifici e chiese.

Tra le cose da vedere a Santiago de Queretaro, c’è senza dubbio la piazza principale, il Jardin Zènea, dove ci sono anche il Museo Regionale ed il vecchio monastero di San Francesco. Da vedere anche il Templo di Santa Clara ed il Templo de Santa Rosa, due esempi di architettura settecentesca. Non lontano dal centro città, si trova El Pueblito, dove si può visitare il suo splendido sito archeologico dominato da una piramide alta 30 metri, che secondo gli esperti presenterebbe diverse influenze, come quella tolteca e tarasca.

Un’altra cittadina da vedere durante il viaggio in Messico, è Bernal, una località turistica famosa per la Pena de Bernal, un enorme roccia alta oltre 350 metri. Bernal è anche un luogo mistico, infatti molti messicani si dirigono durante l’equinozio di primavera per assorbire l’energia positiva emanata dalla roccia.

Altra interessante cittadina dello stato di Queretaro è Tequisquiapan, un luogo famoso per via delle sue sorgenti termali, ma anche per i pittoreschi edifici coloniali ed i mercati. Da vedere in questa cittadina, c’è la Parroquia de Santa Maria de Asuncion, che domina la Plaza Miguel Hidalgo ed il Parque La Pila.

Nella zona settentrionale dello stato di Queretaro, all’interno della magnifica Riserva della Biosfera Sierra Gorda, si trova la città di Jalpan. Di sicuro il centro abitato più importante di questa zona del Queretaro; l’attrazione principale è il Museo de la Sierra Gorda, dove sono esposti numerosi reperti preispanici e francescani.

viaggio-in-messico

Guadalajara è per grandezza la seconda città del Messico ed è la capitale dello Stato di Jalisco che si trova nella zona occidentale del Messico ed è bagnato dall’oceano Pacifico.

Guadalajara è una città incredibilmente varia ed offre aspetti interessanti sia dal punto di vista storico che moderno con i suoi monumenti, i suoi parchi e viali ricchi di alberi e le fontane eleganti. Il tour di Guadalajara alla scoperta della città inizia dal centro storico, dominato da uno dei più importanti e belli monumenti della città: la Cattedrale. La chiesa è affiancata nei suoi quattro lati da altrettante piazze, che creano una croce che segna il cuore della città. La prima è Plaza Liberacion che è la più grande delle quattro dove si trova il Palacio del Gobierno ed il Palazzo di Giustizia. Al centro di Plaza Armas, invece, c’è un grosso gazebo in metallo dove si tengono numerosi spettacoli. Plaza Guadalajara invece è impreziosita da una grande fontana; la quarta piazza ha forma rettangolare ed è dominata dalla Rotunda de los Hobres Illustres, un edificio neoclassico dedicato alle importanti personalità di Jalisco.

Inoltre a Guadalajara ci sono numerosi ed interessanti musei e monumenti. Uno di questi è il Museo de la Ciudad, che espone oggetti che raccontano la storia, le tradizioni e la cultura della città. Un altro imperdibile edifico da vedere a Guadalajara è il Templo Expiatorio del Santisimo Sacramento, una stupenda struttura dagli interni ricchissimi; sulla facciata principale a fianco di un’alta torre, ci sono tre mosaici: uno rappresenta l’agnello pasquale, un altro san Tarcisio e l’altro san Pio. Un vero e proprio gioiello di Guadalajara con le sue numerose decorazioni e le colorate vetrate.

L’area verde della città è il grande Parco Morelos, dove turisti e non vi si recano per rilassarsi e scoprire le numerose attrazioni presenti nel Parco. Come il Teatro Guinol, dove si susseguono divertenti spettacoli ma anche l’area zoologica dove poter ammirare le grosse tigri del Messico ed il parco acquatico dove potersi rinfrescare in una piscina con diversi scivoli. Non lontano dal Parco Morelos si trova l’Hospicio Cabanas un luogo di ospitalità per poveri ed orfani, all’interno di una struttura ottocentesca, dal grande valore artistico inserita tra i Patrimoni dell’Unesco.

A Plaza de los Mariachis è possibile assistere a spettacoli di artisti di strada, mentre a Plaza Tapatia, dove si trova il Mercado Libertad, un luogo perfetto per acquistare souvenir. Un’esperienza da fare è la visita alle distillerie di tequila, presenti nelle periferie della città; dove a bordo di un treno si arriva nei campi di agave e nei luoghi della lavorazione della tequila. Da Guadalajara inoltre è possibile organizzare un tour alle piramidi presenti nella zona di Guachimontones ed anche una visita al lago  di Chapala, il più grande dello stato, dove a bordo di una barca si possono visitare i siti culturali delle isole di Escorpion e Mezcala.

viaggio-in-messico

Merida è la capitale dello stato dello Yucatan e fu costruita sulle rovine in cui anticamente sorgeva la città maya di T’ho ed è soprannominata la “Ciudad Blanca” per via dei suoi edifici coloniali di fatti di una pietra molto chiara.

Oggi Mérida è una città moderna e cosmopolita, tranquilla e ricca di storia, una meta obbligatoria durante il viaggio in Messico. Una piccola cittadina con grandi quartieri coloniali, musei, locali, ristoranti e vari negozi dove poter fare shopping. Il tour alla scoperta di Merida inizia dal suo centro storico dove si mescolano chiese, musei, palazzi colorati, piazze e piccoli ristoranti. Una delle attrazioni principali di questa città è la Catedral de San Ildefonso, costruita con le pietre provenienti dalle rovine delle piramidi e dei templi maya della zona; il gigantesco crocifisso posto dietro all’altare e la piccola cappella interna dove si trova il Cristo de las Ampollas sono le due opere più importanti della cattedrale.

All’interno del Palacio Municipal, invece, ci sono i murales dell’artista yucateco Fernando Castro Pacheco, che rappresentano scene tratte dalla storia della città. Il corso principale della città è il Paseo de Montejo un viale alberato ispirato ai boulevard francesi che un tempo era considerato la zona residenziale della città ma negli ultimi anni si è trasformato in una zona commerciale. Molte delle sue storiche abitazioni sono state trasformate in ristoranti, locali notturni, hotel boutique, negozi ed edifici che ospitano uffici e musei. Uno dei più grandi e splendidi edifici coloniali che si affacciano sul Paseo de Montejo è il Palacio Canton Rosa che ospita il Museo de Antropología e Historia con una strepitosa raccolta di arte maya.

Merida non è solo la capiate culturale è anche importante per l’artigianato tipico del Messico; ci sono infatti numerosi per la città che cercano di preservare la tradizione e la forte identità culturale vendendo i tanti oggetti creati dalle comunità maya, come abbigliamento fatto a mano ma anche borse ed amache. Un’altra caratteristica che rende famosa Merida è la cucina che un po’ si distingue da quella tradizionale messicana perché ha subito le influenze caraibiche, europee ed indigene fondendo molti degli ingredienti utilizzati dalla tradizionale cucina maya. E la si può assaggiare nello storico locale di Merida, La Chaya Maya famoso per la zuppa di lime e tacchino stufato.

viaggio-in-messico

Un mare spettacolare e strutture moderne ed eleganti hanno permesso a Cancun di diventare una delle capitali del turismo nei Caraibi.

Cancun possiede la spiaggia caraibica più occidentale di tutte e si trova nella verde penisola dello Yucatan, che separa il Golfo del Messico dal Mar dei Caraibi Una città che si divide in due aree: El Centro, zona più tradizionale e la Zona Hotelera, una zona ricca di hotel, ristoranti, locali notturni.

Cancun è un vero e proprio paradiso tropicale, caratterizzato da spiagge mozzafiato, resort lussuosi ed una grande e coloratissima barriera corallina dove poter fare snorkeling. La parte settentrionale di Cancun si affaccia sulla tranquilla Bahia de Mujeres, con acque basse perfette per i bambini. Nella zona est, invece, ci sono paesaggi meravigliosi, dove l’acqua turchese del Mar dei Caraibi si mescola alla sabbia bianca.

Le spiagge più famose e frequentate di Cancun si trovano nella Zona Hotelera. Tra queste c’è Playa Delfines che ha un mare dalle sfumature turchesi e sabbia finissima e Playa Langosta che invece ha un mare calmo con qualche palma sulla spiaggia a creare un po’ d’ombra. Playa Mirador invece è un lido quasi deserto, ideale per chi cerca relax all’ombra delle palme. Playa Las Perla e Playa Linda, che sono protette dalle correnti da Isla Mujeres, hanno un mare calmo ideale per lo snorkeling e per i viaggi in sottomarino.

Mentre spiagge come Gaviota, Azul e Playa Marlin sono maggiormente consigliate per fare windsurf.

viaggio-in-messico

Playa del Carmen, un tempo villaggio di pescatori, è diventata oggi una meta ambita durante il viaggio in Messico. Una località che si affaccia lungo la costa orientale dello Yucatan, tra Cancun e Tulum.

La vita di questa cittadina si sviluppa principalmente nella 5° strada, o se volete ‘la Quinta’, una strada ricca di ristoranti ed altre attività commerciali, con tanti negozi di souvenir dove poter acquistare oggetti di artigianato locale. Tuttavia ‘la quinta’ è anche il luogo in cui si svolge la vita notturna di Playa del Carmen, con diversi locali in cui poter ascoltare musica e bere tequila.

Di sicuro Playa del Carmen è una meta molto ambita dagli amanti delle immersioni, i quali potranno immergersi nella splendida ed ampia barriera corallina tipica dai Caraibi. Una località che negli ultimi anni ha avuto uno sviluppo economico come testimoniato zona dai alberghi, ristoranti e boutique di lusso presenti nella zona di Playacar; ciò nonostante Playa del Carmen e le spiagge della Riviera Maya hanno mantenuto l’aspetto di un paese coloniale.

Le spiagge che appunto sono il fiore all’occhiello di questa località e sono famose in tutto il mondo per le diverse tonalità di colore che il Mar dei Caraibi assume, il blu ed il verde si alternano infatti nei colori del mare. La maggior parte delle spiagge della Riviera Maya sono pubbliche, ben curate e protette dalla barriera corallina della vicina isola di Cozumel. Spiagge nelle quali sicuramente non può mancare un’immersione nei fondali marini e nuotare nella splendida barriera corallina. Anche lo snorkeling o sport acquatici come surf e windsurf, sono attività che si possono svolgere in questo tratto di costa. Per chi invece preferisce una vacanza più comoda, oltre che rilassarsi al sole bevendo un buon drink, può anche decidere di giocare a golf sul campo a diciotto buche presente sulla riva, oppure a tennis.

viaggio-in-messico

Tulum è la perla della Riviera Maya in Messico ed al contrario di Cancun non ha subito il grande sviluppo turistico, mantenendo così integro il suo splendido tratto costiero.

Un paesaggio fatto di foreste che si aprono su baie di finissima sabbia bianca ed un mare trasparente, circondato da rocce color avorio; dove i colori del mare e della sabbia si uniscono allo smeraldo della jungla. La zona archeologica si trova all’interno del Parco Nazionale di Tulum, una riserva protetta dove a poca distanza si trova anche la barriera corallina ove nuotano tartarughe e delfini.

Poco distante dalla città moderna sorge il sito archeologico di Tulum, costruito dai Maya a ridosso della costa. Il luogo di maggior interesse è El Castillo una specie di faro che sorge su un promontorio e vigilava protetto da imponenti mura le navi che arrivavano dal mare e da dove oggi si può godere di una spettacolare vista sul Mar dei Caraibi. All’interno del sito archeologico si trova anche il tempio degli Affreschi, dove in due gallerie ci sono dipinti di diverse divinità. Non distante dal sito, poi, ci sono altre due attrazioni da vedere durante il viaggio in Messico e cioè i cenotes ed il parco naturale di Sian Ka’an. La prima è costituita da grotte naturali di acqua dolce, che i Maya consideravano luoghi sacri, mentre la seconda, già Patrimonio dell’Unesco è l’area protetta più grande di tutti i Caraibi, luogo riproduttivo per le tartarughe di mare al suo interno ci sono numerosi siti archeologici, diverse specie di mammiferi ed uccelli, un luogo ideale per gli amanti del birdwatching.

viaggio-in-messico

Cozumel è un’isola del Messico facilmente raggiungibile da Playa del Carmen, un vero e proprio paradiso per le immersioni con una barriera corallina tra le più note al mondo. All’interno di un parco nazionale marino si trova Palancar Reef, un luogo che ogni anno appassionati di subacquea e turisti che sperimentano le immersioni in un vero e proprio acquario naturale.

In questi meravigliosi fondali marini si trovano murene, barracuda, pesci pappagallo e tartarughe marine che sono facilmente visibili a chiunque si immerga in questo scenario da sogno. Altre attrattive dell’isola sono anche la riserva ecologica del Faro Celerain dove ci sono uccelli esotici, iguane ma anche coccodrilli ed i santuari delle tartarughe marine e le Rovine Maya. In quest’isola ci sono circa 40 punti di immersione, le acque permettono una visibilità fino a 60 metri. I punti di immersioni più belli sono Parque Celerain e l’Arrecife Palancar, dove ci sono grotte , coralli spettacolari e canyon sottomarini. Un’altra esperienza da fare è immergersi nelle acque del Parque Nacional del Chankanaab, dove si possono fare escursioni e vedere da vicino leoni marini e lamantini, e perfino nuotare insieme ai delfini.

viaggio-in-messico

Il sito Maya di Chichen Itza si trova al centro dello Yutacan ed è uno dei luoghi più spettacolari di tutto il Messico, dove le pietre grigie si mescolano al verde dei cespugli.

Una delle cose da fare durante il viaggio in Messico è quindi un’escursione in questo sito archeologico dal grande fascino e magia. All’interno del sito ci sono diversi monumenti e tesori che continuano ad essere nascosti da qualche parte nella giungla. Il Castillo (chiamata anche piramide di Kukulcan) è la struttura principale del sito ed è una piramide perfetta con ai quattro lati altrettante scalinate al cui somma degli scalini da il numero 365 come i giorni dell’anno solare. Oltre al Castillo, c’è anche il Templo de lo Juguares con la statua del dio Cahac mool e il Caracol detto anche osservatorio. Altri luoghi da visitare all’interno del sito sono i Cenotes del los Sacrificios, chiamatI così perché all’interno di queste cavità furono sacrificate molte persone, i cui resti sono stati trovati durante un’immersione.

viaggio-in-messico

Le piramidi sito archeologico di Palenque si trovano in un paesaggio fatto di una magnifica foresta tropicale e danno la sensazione di voler quasi emergere dalla fitta vegetazione. Le mura delle piramidi raccontano la storia di un popolo misterioso che ha lasciato in eredità tesori architettonici di enorme valore.

Una meraviglia protetta dalla foresta e per questo quasi sconosciuta al mondo che i Maya avevano abbandonato prima dell’arrivo dei conquistadores e riscoperta a metà del 1500. La nebbia che si confonde con il cielo e l’atmosfera umida rendono questo luogo ancora più affascinante. La zona archeologica è dominata dal grande Tempio delle Iscrizioni, un luogo funerario con una lunga scalinata che dopo 66 gradini conduce al sarcofago della tomba di Pakal il Grande. Un’altra zona interessante del sito archeologico è quella dove si trova il Tempio della Croce che è situato su una piramide ed all’interno presenta ricche decorazioni come il celebre Albero del Mondo. Il fiume Otolun separa queste piramidi sono separate dal Palazzo, una imponente struttura con una torre a quattro piani, che all’interno racchiude diverse incisioni che raccontano la vita del re Pakal.

viaggio-in-messico

Il Campeche è un piccolo stato che si trova nella zona sud-est del Messico; un’area per lo più pianeggiante ricoperta da ampie foreste tropicali. Confinante con lo Yucatan, il Golfo del Messico, Guatemala e Tabasco. Uno stato quello di Campeche culla dell’evoluzione della civiltà Maya che già 3000 anni fa aveva inventato pittura, matematica ed altre scienze; una civiltà che con l’arrivo dei conquistadores europei fu costretta ad abbandonare questo luogo, e che dopo molti anni di dominazione spagnola nel 1857 proclamò la sua indipendenza.

Il viaggio alla scoperta di questo piccolo stato è un viaggio attraverso una ricca storia, ambientata in paesaggi straordinari che terminano nelle dolci acque di un mare cristallino; un luogo lontano dal caos delle grandi metropoli, l’ideale quindi per potersi rilassare e godere della natura circostante. Rilassarsi però non è sinonimo di oziare, infatti in questo incantevole stato ci sono molte cose da vedere, come ad esempio spiagge, fiumi, e le famose haciendas che sono ampie distese di terreno dove si svolgono attività agricole ed allevamento.

Per quanto riguarda le città di questo stato, bisogna citare senza dubbio la capitale Campeche e l’antica città di Calakmul, entrambe unite da una grande quantità di bellezze naturali e storiche. Tuttavia anche la città di Edzna merita una citazione, infatti fu il luogo d’origine dei Maya. Il tour dello stato di Campeche, poi, si sposta sulle meravigliose spiagge di questo luogo, lunghe coste sabbiose bagnate dalle acque del Golfo del Messico. Tra queste le più importanti spiagge di Campeche sono Sihoplaya, Seybaplaya, Punta Xen e Playa Bonita. Durante il soggiorno a Campeche c’è la possibilità di assaggiare diverse specialità culinarie tipiche di questo stato, come ad esempio il pesce.

viaggio-in-messico

Lo ‘smeraldo del sud’, così come viene soprannominata Villahermosa è una città che si trova nello Stato di Tabasco, nella parte centrale del Messico.

Una città che basa la sua economia sulla coltivazione del cacao, canna da zucchero e soprattutto dai suoi giacimenti di petrolio. Villahermosa quindi è una cittadina ricca ed in continuo sviluppo economico, una cittadina affascinate nella quale si mescolano bene diverse architetture come quella coloniale e quella moderna. Una città grande nella quale la maggior parte delle attrazioni sono concentrante nel centro, come ad esempio il quartiere pedonale della Zona Remodelada dove ci sono diversi locali e ristoranti; ma anche il Parque de La Venta o il Museo de Tabasco presenti anch’essi nel centro città.

Durante la visita di Villahermosa non può mancare un giro allo giardino zoologico Yumka, all’interno del quale ci sono lagune e savane. Così come la visita alla famosissima Fincha Cholula, nella città di Comalcalco, dove ci sono molte piantagioni di cacao e si può prendere visione dei diversi processi di lavorazione di questo gustoso prodotto locale tipico della regione di Tabasco.

viaggio-in-messico

San Cristobal de Las Casas è considerata una delle più belle città coloniali messicane, circondata da villaggi maya e montagne, è una splendida città dove la cultura indigena e la cultura coloniale vivono in simbiosi.

La visita a questa città inizia da Plaza 31 de Marzo, dove c’è l’elegante edificio dell’Hotel Santa Clara e la cattedrale, con al suo interno un pulpito d’oro e dipinti settecenteschi. Altra attrazione è il Templo de Santo Domingo, il più importante della città; ma anche il Templo de la Caridad dove ogni giorno si tiene un mercato dell’artigianato e del raccolto dei campi. Un edificio importante della zona è il museo e centro di ricerche Na Bolom, dove si studia la protezione dei nativi e della foresta in cui vivono. Il museo del caffè, invece, è un luogo in cui si illustra la storia del caffè la sua coltivazione nella zona del Chiapas, ma dove si può anche degustare ed acquistare un buon caffè.

viaggio-in-messico

I resti dell’antica città di Uxmal si trovano nello Yucatan al centro tra Merida e Campeche circondati da una fitta vegetazione. Un sito talmente bello ed affascinante, che racconta una fase artistica elegante della civiltà Maya inserito anche Patrimonio dell’Unesco.

Una città che fu abbandonata dai Maya, si presume a causa della siccità, sovrastata poi dalla giungla è quasi scomparsa fino alla metà del 1800, quando fu scoperta da parte dei conquistadores. Spicca su tutti l’imponente Piramide dell’Indovino, al quale si accede salendo una tortuosa e ripida scalinata. Di grande interesse poi è il Palazzo del Governatore, l’edificio più elegante del sito di Uxmal, dal quale si può avere una vista panoramica dell’antica città intravedendo la Casa delle Tartarughe e la Grande Piramide, leggermente più bassa rispetto alla Piramide dell’indovino ma con una scalinata ancora più ripida.

INFORMAZIONI RAPIDE:

VALUTA: Peso Messicano
1 EUR = 21,62 MXN (circa)

CAPITALE: Città del Messico

LINGUA: Spagnolo e 68 lingue native

FUSO ORARIO: -9/-6 Ore rispetto l’Italia.

VISTI: Non Necessario il visto d’ingresso per soggiorni inferiori ai 180 giorni.

RELIGIONE: Cattolica (84%), Protestanti (8%), altre.

VACCINAZIONI: Nessuna.

Caldo tutto l'anno ma occhio alle piogge e agli urgani

Quando andare in Messico?

Il Messico ha diversi tipi di clima.

Ad esempio nella zona costiera del Sud il clima è caldo-umido quasi tutto l’anno ed è sempre l’ideale andarci tranne che nei mesi tra maggio ed ottobre dove spesso ci sono piogge ed uragani. Nella parte settentrionale del Messico, invece, le temperature variano tra i 35 ed i 2 gradi invernali; nei mesi estivi invece ci sono diverse precipitazioni. Sulla costa orientale del Golfo del Messico il clima diventa più mite, i temporali estivi sono meno copiosi e le giornate abbastanza afose.

Il periodo migliore per un viaggio in Messico, quindi, è tra dicembre ed aprile, quando a differenza di mesi come settembre ed ottobre le piogge sono scarse e non ci sono uragani e cicloni.

LA NOSTRA VALUTAZIONE PER MESE

Gennaio ☀️☀️☀️☀️☀️
Febbraio ☀️☀️☀️☀️☀️
Marzo ☀️☀️☀️☀️☀️
Aprile ☀️☀️☀️☀️
Maggio ☀️☀️☀️
Giugno ☀️☀️
Luglio ☀️☀️
Agosto☀️☀️
Settembre☀️
Ottobre☀️
Novembre☀️☀️☀️
Dicembre ☀️☀️☀️☀️

Cosa c'è da sapere prima di partire per un viaggio in Messico?

Messico: Domande Frequenti

Quali documenti mi servono per un viaggio negli in Messico?

Per fare un viaggio in Messico per motivi turistici è necessario solo il passaporto con validità residua di almeno sei mesi, non è richiesto alcun visto d’ingresso se si soggiorna meno di 180 giorni.

Per maggiori informazioni, a tutti coloro che si apprestano a partire per un viaggio in Messico consigliamo di consultare il sito della Farnesina.

Devo fare vaccinazioni obbligatorie per un viaggio in Messico?

Per un viaggio in Messico non è obbligatoria alcuna vaccinazione.

Sono però consigliate, previo parere medico, vaccinazioni contro epatite A e B, morbillo e salmonella.

Per ulteriori informazioni sulle precauzioni e la situazione sanitaria nel paese, coloro che si apprestano a compiere un viaggio in Messico possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Posso comprare una scheda SIM in Messico per connettermi a Internet?

Durante un viaggio in Messico si avrà sicuramente la necessità di connettersi ad Internet, tutti gli alberghi, moltissimi locali, ristoranti e perfino alcune zone delle città possiedono reti WI-FI di buona qualità a cui ci si può connettere liberamente.

Se invece si è interessati a comprare una scheda SIM con connessione in 4G per un viaggio in Messico consigliamo di farlo direttamente all’arrivo nel Paese, infatti si può scegliere tra le due compagnie principali: Telcel e Movistar. Soprattutto la prima offre un piano dati di connessione illimitata internet 4G a poco più di 15€.

Devo acquistare un'assicurazione sanitaria per un viaggio in Messico?

Per un viaggio in Messico e per qualunque paese al di fuori della comunità europea si consiglia di stipulare prima della partenza un’assicurazione medica e sul bagaglio.

Tutti i viaggi proposti e venduti da Colopolo.it e quindi anche i viaggi in Messico comprendono nel prezzo sempre un’assicurazione medica e bagaglio.

Ovviamente c’è possibilità di stipulare polizze assicurative di viaggio ad hoc per qualsiasi esigenza.

È pericoloso viaggiare in Messico?

Fare un viaggio in Messico può essere considerato sicuro ma il livello di sicurezza varia a seconda della zona in cui ci si trova. Senza dubbio tutta la Riviera Maya può ritenersi sicura ed i turisti vengono tutelati in maniera soddisfacente, altre zone del paese richiedo un più elevato livello di cautela. Bisogna prestare molta attenzione in alcuni quartieri della capitale dove furti e borseggi sono frequenti e soprattutto nelle aeree a nord e ad ovest della nazione.

Per tutte le altre informazioni specifiche coloro che si apprestano a fare un viaggio in Messico possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Ho bisogno di un adattatore di corrente per un viaggio in Messico?

In Messico la corrente elettrica è a 127V e 60 Hz con prese di tipo A.

Consigliamo quindi l’acquisto di un adattatore universale di corrente a tutti coloro che si apprestano a compiere un viaggio in Messico.