Giordania

Proposti dai nostri esploratori

Tour consigliati e viaggi in Giordania

Cosa vedere durante un viaggio in Giordania?

Una terra unica, un viaggio emozionante

Un viaggio tra due mondi, uno antico ed uno moderno. La Giordania è un paese ricco di storia e cultura, un paese che nel corso dei secoli è stato caratterizzato da diverse influenze, quella greca a quella romana su tutte.

Punto commerciale di incontro tra Asia, Africa ed Europa, la Giordania conserva ancora oggi molti monumenti e siti archeologici di grande valore, come ad esempio Jerash la ‘Pompei del Medio Oriente’ con la sua Piazza Ovale e monumenti classici della cultura romana.

La splendida Petra, la ‘Città rosa’, un sito accessibile solo a piedi o a cavallo; non meno importante è il Wadi Rum, una distesa di sabbia rossa oppure Aqaba, l’unica città con sbocco sul mare di tutta la Giordania. Un paese conosciuto anche per la cordialità dei suoi abitanti, ma anche per i mercati ricchi di spezie e vari oggetti.

viaggio-in-giordania

Amman è una vivace metropoli mediorientale, fondata e costruita su sette colli. Una città affascinante che unisce in modo unico il contrasto tra antico e moderno, che negli ultimi anni ha subito una forte crescita che ne ha cambiato lo stile di vita.

Un’esperienza unica quella che si vive nella capitale della Giordania, principalmente divisa in due parti. La parte più autentica ed esotica costituita dalla Vecchia Amman, il centro o Balad dove si può passeggiare in vicoli stretti che formano un labirinto di strade tra un mercato di spezie e negozi con souvenir di ogni tipo e caffè di strada dove ci si può rilassare fumando lo shisha. La parte più moderna, dove ci sono hotel di lusso, gallerie d’arte, ristoranti eleganti e negozi.

Tra le cose da vedere durante un viaggio in Giordania ad Amman c’è senza dubbio l’antico Anfiteatro ed il Tempio dedicato ad Ercole, i cui resti sono visibili nell’antica Cittadella. Questo sito che si trova sulla collina più alta della città, custodisce al suo interno resti e rovine dell’età del bronzo, oltre al Tempio di Ercole riconoscibile dalle alte colonne che lo dominano. Da questo punto si ha una vista mozzafiato di tutta la città: da questa collina infatti si vedono i resti dell’Anfiteatro, il Palazzo degli Omayyadi ed il Museo Archeologico Nazionale, con al suo interno reperti antichi oltre alla famose statue di Ain Ghazal.

viaggio-in-giordania

Petra chiamata anche la “Città Rosa” è la meta turistica più conosciuta della Giordania. Sono numerose le leggende intorno alla città di Petra e secondo alcuni sotto l’attuale città rivelata al mondo occidentale solo nel 1812, ne esiste un’altra altrettanto imponente.

Dichiarata una delle sette meraviglie del mondo moderno e Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, Petra è una città scolpita nella roccia ed uno dei luoghi più magici del nostro pianeta. E’ raggiungibile solo a piedi, in groppa ad un cavallo o ad un cammello. Ci si può accedere attraverso diverse vie ma l’ingresso più spettacolare è quello attraverso il Siq, un canyon profondo  che porta ad uno dei monumenti più belli di questo sito: il Tesoro del Faraone, la cui facciata è incisa nella roccia, di fronte a cui c’è la Sala Sacra.

All’interno di questo sito archeologico ci sono circa 800 monumenti, più della metà sono monumenti funerari, come la Tomba dell’Obelisco che si trova vicino al Siq. Una strada colonnata di epoca romana, conduce alla Porta di Traiano, che segnava il passaggio dall’area commerciale all’area di culto dell’antica Petra. Tra gli altri monumenti presenti nel sito, ci sono il Tempio Grande, il Castello della Figlia del Faraone, il Tempio dei Leoni Alati, la Chiesa ed il Museo Nabateo.

viaggio-in-giordania

Un viaggio in Giordania che ha Jerash tra le sue tappe rappresenta anche viaggio attraverso secoli di storia, infatti fondata da Alessandro Magno e ricostruita radicalmente con l’arrivo dei Romani, la “Pompei del Medio Oriente” ebbe il suo maggior sviluppo e visse anni di massimo splendore proprio sotto la dominazione romana.

Il sito archeologico di Jerash è una delle più grandi testimonianze dell’influenza ‘romana’: le sue rovine sono eccezionalmente conservate ed è possibile ammirare gli splendidi monumenti che distinguevano questa antica città come archi trionfali, strade colonnate, eleganti piazze ma anche l’ippodromo e le imponenti porte cittadine, fontane, bagni termali, due teatri ed i Templi di Diana e Zeus, oltre al Ninfeo (una fontana enorme dedicata alle ninfe).

Il centro dell’attività sociale e politica della città era la Piazza Ovale, che è senza dubbio l’elemento più sorprendente dell’intero sito archeologico, dove emergono le 56 colonne ioniche perfettamente allineate. Sotto la dominazione bizantina e con il riconoscimento della religione cristiana in città furono erette numerose chiese, tra le quali quella di San Giorgio e San Giovanni.

Negli ultimi anni Jerash ospita il Festival dell’Arte e della Cultura, una kermesse che vede lo svolgersi di esibizioni musicali e teatrali. La sua bellezza storica e il panorama mozzafiato in cui è immersa rende Jerash una delle città più visitate durante un viaggio in Giordania.

viaggio-in-giordania

Visitare il Wadi Rum è senza dubbio una delle esperienze che non può mancare durante il tour della Giordania. Un ‘deserto diverso’ dal solito: infatti le solite alte dune di sabbia sono sostituite da una superficie di roccia e sabbia dorata, che quasi ricorda la superficie di Marte, a tal punto che il Wadi Rum viene spesso utilizzato nei set cinematografici per rappresentare il Pianeta Rosso.

Visitare il Wadi Rum, solitamente a bordo di una jeep o sul dorso di un cammello, significa fare viaggio tra i colori alla scoperta di questa ampia distesa di rocce e sabbia rossa che termina con l’arrivo in uno dei tanti campi formati da tende che si trova ai piedi di alcune piccole alture rocciose. All’interno di queste tende è possibile mangiare, si passa dal classico riso e pollo al tradizionale zarb (un piatto tipico della cultura giordana composto da carne di pollo ed agnello che unite a carote ed altre spezie vengono cotte all’interno di forni sotterranei scavati nella sabbia). Molti viaggiatori scelgono di dormire in queste tende, lontano dal caos e dalle luci cittadine, circondati dalla sabbia sotto le stelle del deserto, riscaldati da un falò.

viaggio-in-giordania

Al confine tra Giordania, Israele e Cisgiordania, il Mar Morto è uno dei luoghi più particolari del pianeta, un grande lago le cui rive si trovano 400 metri sotto il livello del mare.

Diversi fattori climatici, durante gli anni, hanno reso le acque di questo enorme lago nove volte più salate rispetto a quelle degli altri mari, rendendole così inadatte alla vita ma vista la presenza di fango e sali terapeutici, sono allo stesso tempo ricche di proprietà curative. Infatti, è una meta ideale per chi desidera dedicarsi alla salute ed al benessere della pelle; le sue acque sono un concentrato di proprietà benefiche, che aiutano ad avere una pelle liscia, alleviare i sintomi di numerosi disturbi e dolori articolari.

Ma c’è anche chi preferisce il confort oltre a godersi il lago ed i suoi fanghi apprezzati sin dall’epoca di Cleopatra, per questo motivo lungo tutta la costa sono sorti numerosi resort e rinomate Spa, come l’Anantara; ma anche moderni stabilimenti balneari, come il daily resort O Beach, all’interno del quale ci sono ristoranti, piscine, Spa ed aree per bambini.

viaggio-in-giordania

Aqaba è una piccola cittadina situata sulle rive del Mar Rosso, non distante dal Wadi Rum e da Petra, punto d’incontro nei secoli scorsi delle rotte tra l’Europa, l’Asia e l’Africa

Aqaba negli anni sta diventando una tappa fissa di un viaggio in Giordania, soprattutto è sempre più apprezzata da chi cerca una vacanza al mare tra relax e cultura. Può essere vista come una meta balneare che unisce gli elementi caratterizzanti della Giordania: paesaggi, siti archeologici e storia. La costa di Aqaba, fatta di spiagge dorate, è ricca di coralli e di una vivace vita sottomarina offre la possibilità di fare snorkeling ed immersioni spettacolari tra delfini e tartarughe marine.

Gran parte degli hotel della città hanno eccellenti Spa e centri termali; inoltre grazie all’Aqaba Special Economic Zone (un’area tax free) è meta ideale anche per gli amanti dello shopping. Ma come detto Aqaba non è solo mare e relax, è anche e soprattutto storia. Un esempio è la grande Moschea Sharif Hussein Bin Ali (dedicata alla persona che ha aperto la strada alla rivolta contro gli ottomani), considerato il faro dell’architettura islamica con la sua bianchezza e le finestre di vetro. Così come l’antica città di Ayla che è stata scoperta nel 1986 e si trova al centro di Aqaba. Nella città vecchia, invece, si trova il Museo archeologico, che custodisce pezzi di ceramica, gioielli e sculture in pietra ritrovate nella zona.

 

INFORMAZIONI RAPIDE:

VALUTA:  Dinaro Giordano
1 EUR = 0,80 JOD (circa)

CAPITALE: Amman

LINGUA: Arabo

FUSO ORARIO: +1 Ora rispetto l’Italia.

VISTI: Obbligatorio, possibile ottenerlo presso gli uffici consolari in Italia, direttamente all’aeroporto di arrivo in Giordania, presso le frontiere terrestri.

RELIGIONE: Islam (92%), Cristiana (6%), Altre.

VACCINAZIONI: Vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio SOLO PER i viaggiatori  di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia.

Le stagioni intermedie sono il periodo ideale

Quando andare in Giordania?

Il clima della Giordania è arido e siccitoso, soprattutto nella parte centro meridionale del paese, come ad esempio ad Aqaba, dove tra luglio ed agosto le temperature sfiorano spesso i 40 gradi e le piogge sono molto rare.

La parte settentrionale invece, è caratterizzata da inverni freschi ed estati calde e secche; le piogge cadono prevalentemente tra dicembre e marzo con temperature che la notte scendono fino ai 4 gradi. Durante l’inverno le temperature possono scendere anche qualche grado sotto lo zero e può cadere anche qualche fiocco di neve come successo ad Amman.

Per questo motivo, il periodo migliore per un viaggio in Giordania è o in primavera o in autunno, in questi periodi si evitano sia il clima rovente dell’estate che il clima freddo sull’altopiano giordano.

LA NOSTRA VALUTAZIONE PER MESE

Gennaio ☀️☀️☀️
Febbraio ☀️☀️☀️
Marzo ☀️☀️☀️
Aprile ☀️☀️☀️☀️☀️
Maggio ☀️☀️☀️☀️☀️
Giugno ☀️☀️☀️☀️
Luglio ☀️☀️☀️
Agosto☀️☀️☀️
Settembre☀️☀️☀️☀️☀️
Ottobre☀️☀️☀️☀️☀️
Novembre☀️☀️☀️☀️
Dicembre ☀️☀️☀️

Cosa c'è da sapere prima di partire per un viaggio in Giordania

Giordania: Domande Frequenti

Quali documenti mi servono per un viaggio in Giordania?

Per un viaggio in Giordania è necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi ed un visto d’ingresso che si può ottenere in 3 diversi modi:

  • presso gli uffici diplomatico/consolari giordani presenti in Italia;
  • direttamente all’aeroporto di arrivo in Giordania, dietro pagamento in valuta locale (Dinari giordani);
  • presso le frontiere terrestri, ad eccezione della frontiera di King Hussein Bridge/Allenby Bridge (frontiera più vicina ad Amman) e all’arrivo del traghetto dall’Egitto.    E’ ancora chiusa la frontiera con la Siria.

Le tariffe relative ai visti sono le seguenti:
Costo del visto per l’ingresso singolo: 40 dinari giordani (JOD)
Costo del visto per due ingressi: 60 dinari giordani (JOD)
Costo del visto con validità di sei mesi e ingressi multipli: 120 dinari giordani (JOD).

Per maggiori informazioni, a tutti coloro che si apprestano a partire per un viaggio in Giordania consigliamo di consultare il sito della Farnesina.

Devo fare vaccinazioni obbligatorie per un viaggio in Giordania?

Per un viaggio in Giordania non è obbligatoria alcuna vaccinazione se non il vaccino contro la febbre gialla SOLO PER per tutti i viaggiatori di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia.

Per ulteriori informazioni visita il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Posso comprare una scheda SIM in Giordania per connettermi a Internet?

Durante un viaggio in Giordania si avrà sicuramente la necessità di connettersi ad Internet, tutti degli alberghi, ristoranti, bar e locali possiedono un WI-FI a cui ci si può connettere liberamente. Già quello in Aeroporto ad Amman funziona molto bene.

Ma a chi volesse essere connesso anche quando si è fuori dalle strutture dove si soggiorna durante il proprio viaggio in Giordania consigliamo di comprare una scheda SIM con un piano di connessione ad Internet in 4G. Consigliamo l’operatore Zain al costo di 10-15 JOD per un pacchetto base.

Indispensabili per acquistare una Scheda SIM in Giordania sono il passaporto e un carta di credito/debito.

Devo acquistare un'assicurazione sanitaria per un viaggio in Giordania?

Per un viaggio in Giordania e per qualunque paese al di fuori della comunità europea si consiglia di stipulare prima della partenza un’assicurazione medica e sul bagaglio.

Tutti i viaggi proposti e venduti da Colopolo.it e quindi anche i viaggi in Giordania comprendono nel prezzo sempre un’assicurazione medica e bagaglio.

Ovviamente c’è possibilità di stipulare polizze assicurative di viaggio ad hoc per qualsiasi esigenza.

È pericoloso viaggiare in Giordania?

La Giordania è forse il paese più stabile e sicuro all’interno del Medio Oriente. Tuttavia vive qualche ripercussione dei conflitti e delle tensioni che attraversano la regione e non è esente da minacce, incluso il rischio di attentati terroristici.

Ad ogni modo le forze di sicurezza controllano in modo capillare il territorio e non si registrano particolari criticità nella capitale Amman, e nelle più rilevanti destinazioni turistiche.

Per tutte le altre informazioni specifiche coloro che si apprestano a fare un viaggio in Giordania possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Ho bisogno di un adattatore di corrente per un viaggio in Giordania?

In Giordania la corrente elettrica è a 230V e 50Hz con prese di tipo B, C e D. Consigliamo quindi l’acquisto di un adattatore universale.