viaggio-in-canada

14

Gen
2019

Diario di Viaggio – Il Canada

Posted By : UP@admin77/ 300

Dopo essermi innamorato del Canada e della sua spettacolare natura, grazie ad alcune foto che mi sono capitate casualmente sul web, ho deciso di contattare colopolo.it per richiedere informazioni e magari un preventivo per fare un viaggio in Nord America.
Conoscevo ben poco del Canada, a parte che in passato è stato un’ambita meta per l’emigrazione italiana, dove molti di loro hanno fatto anche fortuna. Il team di ColoPolo si è reso disponibile sin da subito ed hanno esordito dicendomi che se volessi andare in Canada, non avrei non potuto vedere il “vero Canada”, quello dalla natura suggestiva e memorabile: i parchi nazionali di Banff e Jasper.

Mi hanno consigliato di fare almeno 12/14 giorni per riuscire, in un colpo solo, a vedere tutto ciò che c’è da vedere, come ad esempio le città di Montreal e Toronto, le cascate del Niagara e come già accennato i parchi nazionali di Banff e Jasper. Dopo uno scambio di mail, cambi di programmi e hotel, continui suggerimenti da parte della staff di ColoPolo, ho deciso di accettare la loro proposta che sintetizzo nei seguenti punti. Sono stato in Canada dal maggio al giugno visitando in ordine Montreal, Toronto, Cascate del Niagara, Parco Nazionale di Banff e Calgary. Purtroppo, per mia pigrizia, non ho visitato il parco nazionale di Jasper (troppo ore di macchina da Banff). Di contro, Banff ha soddisfatto così tanto le mie aspettative, da non sentire il bisogno di vedere altri laghi spettacolari, torrenti di montagna ed escursioni in una natura incontaminata.

IL VOLO

La sorpresa migliore è stato il volo che mi hanno suggerito: un volo low-cost di una compagnia canadese (della quale non conoscevo manco l’esistenza) che propone voli diretti da Roma ad un costo molto minore rispetto ad altre compagnie. Ho pagato circa 550 € per un volo diretto, sia all’andata che al ritorno, Roma – Montreal.

MONTREAL

Montreal è stata una città che mi è piaciuta tantissimo, da vivere sia di giorno che di notte, con i tanti ristoranti e locali notturni di tutti i tipi. Una città molto europea, pulita e ben collegata grazie ad una metropolitana efficientissima. Spesso usufruivo del bike sharing e mi spostavo con enorme facilità.

TORONTO – CASCATA DEL NIAGARA

Su consiglio di ColoPolo, ho preso un areo interno da Montreal a Toronto a circa 100€. Inizialmente volevo noleggiare una macchina per arrivare fino a Toronto da Montreal, ma le troppe ore di viaggio, mi avrebbero fatto perdere mezza giornata e tanta stanchezza in più. Toronto è la tipica metropoli americana, con grattacieli e strutture moderne. Mi è piaciuta molto meno rispetto a Montreal.
Il giorno dopo, con un’auto noleggiata e circa due ore di viaggio, sono andato alle Cascate del Niagara. Durante tutta la giornata ho fatto i classici tour che potrete acquistare direttamente sul posto. Poi sono rientrato in hotel in tardo pomeriggio dove mi aspettava la mia fantastica camera all’Hilton hotel che dava sulle Cascate. È stato una mia richiesta particolare, ovvero un desiderio per la sola notte alle Niagara Falls, prendere una camera con una vista spettacolare. La consiglio a tutti.

PARCO NAZIONALE DI BANFF – CALGARY

Qui viene il bello: è stato uno dei luoghi più spettacolari che abbia mai visto e di sicuro la parte del Canada che mi è piaciuta di più. Sempre con un volo interno con partenza da Toronto e circa 4 ore di volo, sono giunto in Alberta (provincia del Canada Occidentale), precisamente all’aeroporto di Calgary. Qui ho noleggiato una seconda auto e senza perder tempo mi sono diretto al Parco nazionale di Banff. Dopo 1 ora e mezzo di viaggio su una larghissima e bellissima autostrada che taglia le incantevoli colline e montagne dell’Alberta, sono arrivato al Parco Nazionale di Banff. Qui ti chiedono quanto tempo devi rimanere e dopo aver pagato in base ai giorni di permanenza (circa 20$ al giorno per auto), ti rilasciano uno scontrino da mostrare sul parabrezza. La prima escursione che faccio, prenotata direttamente sul posto, è il giro in canoa sul lago di… che si trova a pochi passi dal centro di Banff.

Dopo una piacevole serata a base di cibo locale, birra e musica country vado a letto non troppo tardi, per affrontare riposato il secondo giorno in questo paradiso. La seconda tappa prevede la visita al Moraine Lake. Qui i miei occhi sono stati immediatamente accecati da qualcosa di straordinario, che quasi si fa fatica a spiegare con le parole: colori unici, panorama emozionante, montagne incantevoli. L’unica pecca è che non me lo sono goduto a pieno in quanto una parte del Moraine Lake era ancora ghiacciata, nonostante fosse quasi giugno.

Il 29 maggio, secondo giorno al parco nazionale di Banff, ho visito due posti: in mattinata, una escursione a piedi di circa 3 km che costeggiava un torrente, dove si potevano ammirare diverse cascate e straordinarie pareti rocciose, mentre nel pomeriggio il Minnewanka Lake. Nel terzo giorno di permanenza mi sono diretto al Parco Nazionale di Yoho dove si trova uno dei più suggestivi laghi di Banff, l’Emerald Lake nel quale è d’obbligo prendere una canoa per almeno un’ora e goderselo in tutte le sue sfumature.

Dopo 3 giorni vissuti intensamente nei quali ho fatto esperienze che porterò sempre con me ed ho visto luoghi che non potrò mai dimenticare, sono rientrato a Calgary. Ho trascorso una mattinata in città e poi ho preso il volo per Montreal, dove sono rimasto per altri 3 giorni. Riassumendo, ho dormito per 3 notti nel Parco Nazionale di Banff, sufficienti per riuscire a vederlo tutto. Col senno di poi mi è dispiaciuto non aver visto il Parco Nazionale di Jasper che distava circa 4 ore di macchina da Banff e che per mia pigrizia ho deciso di non fare. Ma come ho già detto in precedenza, mi ha emozionato così tanto Banff da essere talmente appagato da non voler vedere altri posti simili.

Ringrazio con tutto il cuore il Team di ColoPolo per avermi guidato in un’esperienza che potrò raccontare con orgoglio ai miei figli e nipoti. GRAZIE.