Proposti dai nostri esploratori

Tour consigliati e viaggi a cuba

Cosa vedere durante un viaggio a Cuba?

L'Isola della Rivoluzione, un paradiso per un viaggio indimenticabile

L’isola più grande dei Caraibi: Cuba che ci permette di compiere un viaggio tra stupendi paesaggi collinari e pianeggianti ed affascinanti città coloniali.

Ma la grande notorietà di Cuba è data dalle sue spiagge, baie sabbiose di infinita bellezza dove poter nuotare in un mare color azzurro e verde, insomma, un vero paradiso. Il viaggio a Cuba, inoltre, è anche un viaggio alla scoperta dei luoghi che furono teatro della Rivoluzione Cubana, come si nota nei diversi monumenti presenti a Santa Clara che ricordano le imprese di Che Guevara e Fidel Castro e degli altri rivoluzionari.

È anche un viaggio nei locali storici de L’Havana, come la Bodeguita o El Floridita, luoghi di ritrovo preferiti da personaggi come Hemingway e Neruda. Visitare le fabbriche di sigari e di cacao e le distillerie di rum sono esperienze uniche e da fare durante il viaggio a Cuba.

Cuba, inoltre, è una meta ambita anche per il suo mare limpido e cristallino, una spiaggia bianca finissima; in spiagge come quelle di Varadero, Baracoa e Cayo Largo, la vacanza a Cuba trova quel relax e divertimento tanto desiderato. Luoghi in cui oltre a sdraiarsi al sole è possibile fare immersioni e snorkeling nei ricchi fondali marini, pieni di varioopinti coralli e pesci tropicali.

viaggio-cuba

L’Havana è una città meravigliosa, unica nel suo genere dove sembra che il tempo si sia fermato agli anni ’50. Bisogna assolutamente scoprire l’Habana Vieja, il centro storico coloniale della città, patrimonio Unesco; la Plaza de la Catedral ed importanti edifici come il Castillo de la Real Fuerza; il Castello del Morro e la Chiesa Angel Custodio. Inoltre vi sono locali storici da provare assolutamente durante la vacanza a Cuba come El Floridita, un ristorante di pesce famoso per essere uno dei preferiti da Hemingway e la Bodeguita del Medio, il locale più celebre dell’Havana, frequentato in passato da personaggi famosi come Allende, Neruda e lo stesso Hemingway.

Il viaggio alla scoperta dell’Havana, continua con la visita al quartiere Vedado, centro economico e finanziario della città, un quartiere alla moda dove negli anni hanno aperto locali e ristoranti. Qui c’è anche la Cabana, una fortezza che tra le altre è stata anche la sede operativa di Che Guevara e dove ogni giorno alle 21 in punto (orario che in epoca coloniale segnava la chiusura dei cancelli della città) viene sparato un colpo di cannone. Nel palazzo Gomez Villa poi, è possibile visitare la camera oscura, un dono fatto a Cuba dalla Spagna. Un’attrazione che si basa su un effetto ottico attraverso il quale, grazie ad un gioco di specchi, si riflettono su uno schermo in tempo reale le immagini della città. Tra specchi e lenti, le immagini rappresentano un ritratto in movimento costante, esattamente come appare la città vista dal palazzo. A testimonianza di un centro storico vivo e pulsante, in cui convivono diversi stili architettonici.

Altra attrazione è il Museo della Rivoluzione presente nell’ex Palazzo Presidenziale e dove sono esposti numerosi reperti utili per approfondire la storia di Cuba. Mentre nel giardino del Museo ci sono diversi mezzi di trasporto, come il carro armato utilizzato da Castro e Che Guevara. Non distante dal Museo, sempre nel centro storico della città, si trova il Capitolio Nacional costruito sulla base del Campidoglio di Washington e simbolo dell’Havana con la sua alta cupola, è stata la sede del Congresso Cubano fino alla Rivoluzione; oggi invece ospita la Biblioteca Nazionale e l’Accademia delle Scienze.

Un’altra cosa da fare a l’Havana è un giro sulle coloratissime auto d’epoca americane che affollano le strade della città; una delle attrazioni che rendono l’Havana così speciale insieme a Plaza de la Rivolucion, sede del governo cubano e dei celebri murales di Castro e del Che.

Allo stesso modo non può mancare una passeggiata lungo il Malecon, il lungomare dell’Havana, amatissimo non solo dai turisti ma anche dai cubani. Luogo di ritrovo di artisti, sportivi ed innamorati che regala una visuale perfetta per uno dei tramonti più belli di Cuba. Inoltre passeggiando per il Malecon, ci si può fermare a bere un mojito nel giardino dell’elegante Hotel Nacional, patrimonio dell’Unesco nel quale in passato vi hanno soggiornato personaggi come Marlon Brando e Frank Sinatra. Merita una visita anche la fabbrica dei sigari Cohiba, i più famosi del mondo e vedere come vengono realizzati a mano in una fabbrica in cui lavorano solo donne. Cosi come la visita ad un altro importante e tradizionale prodotto che rende celebre Cuba in tutto il mondo: il Museo del Ron Havana Club, dove si scoprono i processi di distillazione del liquore e si possono anche fare degustazioni.

viaggio-cuba

Una delle mete più affascinanti dell’arcipelago caraibo è sicuramente la Valle del Los Ingenios e Trinidad di Cuba, sia dal punto di vista paesaggistico sia da quello storico e culturale. La della Valle de Los Ingenios si caratterizzata per la sua natura incantevole, ma anche per un’architettura coloniale affascinante e perfettamente conservata. Da sempre questa zona di Cuba ha avuto un ruolo importante nella produzione e nel commercio dello zucchero, tanto da rendere Trinidad una delle città più importanti di tutto il paese.

Il viaggio alla scoperta di questa incantevole città è un viaggio in un’atmosfera festosa e colorata, infatti il suo centro storico è caratterizzato da case colorate e meravigliosi palazzi storici di epoca coloniale perfettamente conservati, costruiti durante l’invasione spagnola. inoltre le strade sono ricche di ristoranti e di locali nei quali ballare la salsa e gustare la bevanda simbolo di Trinidad a base di rum, miele e zucchero: la canchanchara. Un altro elemento che caratterizza la vita quotidiana di Trinidad è la musica, infatti sia di giorno che di notte passeggiando per i vicoli del centro storico si incontrano molti musicisti di strada che con le loro musiche rendono magica la vacanza a Trinidad.

Tuttavia il centro città non è molto grande, ed è in questa zona che sorgono gli edifici più importanti ed i musei principali. A Plaza Mayor che è il vero cuore del centro cittadino si è ben conservato il fascino della Cuba storica. Vicino alla alla piazza c’è il Museo de Arqueologia Guamuhaya, dove all’interno è esposta una collezione di interessanti manufatti precolombiani e di oggetti risalenti agli inizi dell’invasione spagnola. Altra attrazione della città che merita è il Palacio Cantero, un lussuoso palazzo ottocentesco dotato di un bellissimo cortile interno e dalla cui torre si gode della migliore vista panoramica su tutta la città. All’interno del Palacio, inoltre, c’è il Museo de Historia Municipal, dedicato alla storia coloniale di Trinidad. Altro punto che offre una vista mozzafiato della città è raggiungendo la collina dove si trova un diroccato edificio settecentesco: l’Ermita Nuestra Senora de la Candeleria de la Popa.

Sulla strada che conduce a Sancti Spiritu, capoluogo della regione, c’è la celebre Valley de los Ingenios, una zona dove da sempre si produce e commercia lo zucchero, permettendo così lo sviluppo economico della regione. E per la sua grande importanza storica ed economica, è stata inserita tra i Patrimoni dell’Unesco insieme alla città di Trinidad. Nella valle è, inoltre, possibile visitare la Torre di Iznaga che serviva in passato per controllare il lavoro degli gli schiavi durante il loro lavoro nei campi e dalla quale oggi si accede per godere di una splendida vista panoramica.

Non distante da Trinidad, si trova la bellissima spiaggia di Playa Ancon situata nell’omonima penisola. La spiaggia di sabbia bianchissima si estende per tutto il litorale e non è mai affollata, quindi è il luogo ideale per prendere un po’ di sole e rilassarsi! Nella penisola di Ancon è inoltre presente il Cayo Blanco International Dive Center, centro attrezzato dedicato a tutti gli appassionati di immersioni subacquee.

viaggio-cuba

A Pinar del Rio, la provincia più occidentale di Cuba si trova la Valle di Viñales che è una ampia zona con numerosi promontori, parchi naturali ricchi di tesori e campi di tabacco.

In questa valle non solo si possono effettuare passeggiate tra i celebri mogotes, cioè sentieri fatti di rocce che emergono imponenti dalla terraferma e visitare le grotte sotterranee più note di Viñales, la Cueva del Indio. Qui il viaggio a Cuba assume contorni archeologici; proprio in questo tratto di Pinar del Rio sono stati ritrovati i resti di uomini primitivi e alcuni disegni sulla roccia delle grotte. Il modo migliore per scoprire queste opere naturali, che sono aperte ai più curiosi, è farlo salendo su una barca e risalendo il fiume San Vicente, un piccolo fiume che attraversa le grotte.

Poco lontano dalla città di Vinales, si trova il famoso Mural de Prehistoria, un enorme dipinto quasi mitologico su roccia che ritrae la scena di una lotta tra dinosauri, grossi serpenti e uomini, probabilmente cacciatori. All’interno del Museo archeologico, poi, si possono approfondire le origini antiche di Pinar del Rio e imparare qualcosa di nuovo attraverso la descrizione delle tracce preistoriche ritrovate in questi luoghi. Altro luogo da vedere durante la visita a Pinar del Rio è il Museo di scienze naturali, che si trova in un caratteristico palazzo costruito dal medico Francisco Guash Ferrer molto particolare dal punto di vista architettonico.

L’isola di Cuba è famosa anche per le sue spiagge dove poter nuotare in un mare color azzurro e verde, un vero paradiso. La spiaggia di Cayo Jutias a nord di Pinar del Rio, spicca per splendore; sulla spiaggia in questa immensa baia ci sono diversi ristoranti dove poter bere un drink. Inoltre nei pressi di Palma Rubia, c’è l’ampia spiaggia di Cayo Levisa; in questa spiaggia c’è anche un’area naturale diventato habitat delle mangrovie. Tuttavia ci sono anche i bellissimi lamantini che sguazzano nelle profonde acque dell’oceano. Inoltre in questa spiaggia è anche fare snorkeling nella bellissima barriera corallina.

viaggio-cuba

La città di Baracoa situata nella zona più ad est di Cuba all’interno della provincia di Guantanamo, località famosa per la base dell’esercito americano, è considerata la città più antica del Paese e secondo molti è stato il primo luogo di sbarco di Cristoforo Colombo. Una località che è stata la base da dove sono iniziate numerose rivolte che portarono all’indipendenza di Cuba. Inoltre, la città ha avuto un notevole sviluppo con la costruzione di una nuova strada che la collega a Guantanamo.

Oggi Baracoa è diventata una meta imprescindibile del viaggio a Cuba, inoltre è molto amata dai viaggiatori che arrivano qui per scoprire alcuni dei più importanti parchi naturali di Cuba e per visitare il pittoresco centro storico, attratti anche dalla presenza di un turismo più attento al rispetto storico e naturalistico della regione. Baracoa si sviluppa sul promontorio che si affaccia sulla meravigliosa Bahia de Miel, una parte di Mar dei Caraibi che si spinge sulla costa settentrionale di Cuba. La piazza principale di Baracoa è la pittoresca Parque Independencia che è il vero centro della città dove si può passeggiare in tranquillità tra le fontane, le palme e le splendide aiuole fino ad arrivare alla statua di Hatuey, un patriota che ha lottato contro gli spagnoli per difendere i diritti degli indios e che per questo venne arrestato e condannato a morte sul rogo dal governatore di Cuba, diventando così l’eroe locale. All’interno della piazza sono presenti diversi edifici governativi ed i palazzi più pregevoli del centro cittadino, ricordano ancora la Cuba di inizio Novecento.

Una passeggiata sul lungomare della città, permette di ammirare la splendida vista del Mar dei Caraibi, allo stesso modo la mattina presto si ha l’opportunità di ammirare l’alba con il sole che spunta dalle acque color rubino. I Forti spagnoli, che un tempo difendevano la città dagli attacchi provenienti dal mare, oggi sono diventati interessanti musei all’aperto. Tra quelli meglio conservati ci sono il forte Castillo de Seboruco che nonostante sia diventato un hotel è ancora liberamente visitabile, ed il Fuerte Matachin che ospita al suo interno il museo civico di Baracoa. Visitando il Matachin, ma anche il Museo Cueva del Paradiso si può conoscere meglio la storia della città attraverso una ricca collezione di reperti ritrovati non distante da Baracoa. Non meno affascinante è la visita al Centro de Veteranos, dove sono esposti fotografie e documenti degli anni della Rivoluzione cubana degli anni Sessanta.

La vacanza a Baracoa, poi, si sposta sulle meravigliose spiagge di Bahia de Miel, meta ideale per chi cerca relax e divertimento. Tra le più importanti e belle spiagge di questa baia, ci sono Playa de Miel che è una bella spiaggia di sabbia nera che si tuffa nelle splendide acque caraibiche e Playa Blanca che è una spettacolare spiaggia caraibica di sabbia bianchissima incastonata in una baia color cobalto.

Un’altra esperienza da fare è il tour sulla ‘via del cacao’, la strada per secoli i commercianti di cacao di Cuba percorrevano per trasportare i semi di cacao fino al porto. Inoltre, lungo questa strada ancora oggi si possono visitare le piantagioni di cacao e gli impianti dove questo frutto tropicale viene lavorato per la produzione del cioccolato.

A nord di Baracoa nella magnifica area naturalistica del Parco Nazionale Alejandro de Humboldt è possibile fare un’escursione attraverso i sentieri della riserva ed ammirare un ecosistema caraibico incontaminato dove piante e animali unici vivono in libertà. Inoltre, all’interno del parco gli appassionati di escursioni in montagna potranno dedicarsi alla scalata del monte El Yunque, una collina di 600 metri dalla caratteristica forma ad incudine che domina il paesaggio circostante.

viaggio-cuba

La “Perla del Sud” così viene anche chiamata la città di Cienfuegos e basterebbe questa definizione per spiegare in modo perfetto la bellezza di questa piccola località di Cuba che affaccia sulla Bahia naturale di Jagua.

Una località celebre per il suo ricco ecosistema e le sue bellissime coste; un posto che incanta i turisti con il suo mix perfetto tra eleganti atmosfere in perfetto stile coloniale francese ed un’allegria caraibica che rende questa città unica e particolare. Il caratteristico centro storico di Cienfuegos, è fatto da strette stradine lastricate e viali eleganti, costeggiati da verdi e turchesi edifici coloniali, ed è uno dei Patrimoni dell’Unesco. Al centro della città si trova il Parque Josè Marti con intorno diversi edifici ed importanti monumenti come il Teatro Tomas Terry, la Catedral de la Purisima Concepcion e la splendida Casa de la Cultura Benjamin Duarte, dalla cui terrazza si vede una splendida veduta sulla bahia. Al centro del parco, poi, c’è la statua del poeta ed eroe nazionale Jose Martì e l’Arco di Trionfo dedicato all’indipendenza cubana. Dopo la visita ai monumenti del parco ci si può rilassare bevendo birra ascoltando musica dal vivo oppure essere ritratto da un simpatico artista di strada.

Nella zona di Punta Gorda, verso la costa, si possono vedere le stupende ville dei primi anni del Novecento; da vedere sicuramente anche il Palazzo de Valle costruito da uno spagnolo giunto a Cuba dalle Asturie, la cui struttura è un insieme di diverse architetture tra le quali il barocco e il classico stile delle kasbah marocchine, con la sua decorazione fatta di piastrelle colorate e cupole rosse. Anche qui come nel resto dei Malecon cubani, il lungomare offre un vista bellissima dell’orizzonte ed anche possibilità di divertimento nei diversi locali e discoteche sorseggiando un buon mojito e ballando sulle note della musica cubana.

Una costa quella di Cienfuegos ricca di piccole insenature, grotte e barriere coralline, la più bella ed importante di queste si trova a El Nicho, nel bellissimo Parco naturale Topes de Colantes. Un’escursione è obbligatoria in questo luogo affascinate, percorrendo un sentiero immerso nel verde del paesaggio tropicale che termina con è una spettacolare cascata di acqua cristallina, dove nuotare nelle fresche e limpide piscine naturali, osservare fiori e uccelli variopinti.

Non distante da Cienfuegos si trova la stupenda spiaggia di Playa Rancho Luna, senza dubbio una delle più belle da vedere durante il viaggio a Cuba. Una spiaggia di finissima sabbia bianca in mezzo ai palmeti, un location ideale per chi desidera rilassarsi al sole, immergersi nelle acque cristalline e nuotare nella bellissima barriera corallina oppure praticare diversi sport acquatici come canottaggio e il kayak. Una spiaggia molto attrezzata e con diversi complessi alberghieri, resort ed anche bar, ristoranti e strutture balneari attrezzatissime.

Per gli amanti del birdwaching, non lontano da questo paradiso, si può raggiungere la Laguna di Guanaroca, un fantastico specchio d’acqua salato circondato da foreste tropicali e regno di fenicotteri, pellicani e tocororos, un autentico paradiso nel cuore di Cuba per gli appassionati del birdwatching.

viaggio-cuba

Santa Clara è una graziosa città situata al centro dell’isola di Cuba, molto piccola e meno turistica dell’Havana, è comunque molto conosciuta ed apprezzata.

Punto d’incontro tra operai, contadini e studenti universitari, è famosa soprattutto per essere stata teatro dell’ultima battaglia della cosiddetta Revoluccion Cubana tra i militari del dittatore Batista ed i ribelli, comandati da Fidel Castro ed Ernesto ‘Che’ Guevara. Infatti in tutta la città ci sono i monumenti numerosi che ricordano quei momenti ed i suoi eroi.

Passeggiando nei quartieri ricchi di storia rivoluzionaria, il tour di Santa Clara quindi è un vero e proprio viaggio alla scoperta delle gesta del ‘Che’. Il luogo che richiama la maggior parte dei turisti è senza dubbio il Mausoleo dedicato al comandante Ernesto ‘Che’ Guevara; situato su una collina che domina la città di Santa Clara raggiungibile o a piedi oppure a bordo di un coche de caballo, la caratteristica carrozza in legno trainata da cavalli. Il mausoleo è un vero e proprio monumento funebre, con una fiamma che brucia di continuo, accesa per la prima volta da Fidel Castro, durante la visita a Santa Clara. In questo sito oltre al Mausoleo c’è un piccolo museo che raccoglie informazioni e racconta attraverso i cimeli esposti gli anni della Rivoluzione.

Oggi Santa Clara è una città giovane e culturalmente molto vivace, nonché sede dell’Università più prestigiosa di Cuba, dopo quella de L’Avana, e della Ciudad Metal che è il rock festival più autentico del Paese. L’oasi verde della città è rappresentata dal Parque Vidal, all’interno del quale si può passeggiare tra la gente del posto, vedere i bambini portati in giro su carrettini trainati da capre e gli anziani che giocano a scacchi sulle panchine del parco. Inoltre si può godere degli spettacoli del teatro all’aperto o i concerti dell’orchestra municipale; il tutto intorno alla statua di El Niño de la Bota, il “bambino con lo stivale”, simbolo della città. Ad un lato del Parco c’è il bellissimo edificio del Palacio Provincial che oggi ospita la Biblioteca José Martí di Santa Clara che custodisce una collezione di libri rari di autori di Cuba e delle Americhe. Sull’all’altro lato del parco all’interno di un palazzo settecentesco c’è il Museo des Artes Decorativas che ospita una ricchissima collezione di mobili di ogni stile ed epoca storica, con scrittoi barocchi, specchi liberty e mobili art déco.

Tra le altre cose da vedere a santa Clara e non distante dal Museo c’è il Teatro La Caridad che è uno dei tre grandi teatri di Cuba dell’epoca coloniale fuori da L’Avana, con gli interni che sono ornati da affreschi e con delle statue di marmo ai lati dell’auditorium.

Altra tappa in questa cittadina è sicuramente la visita alla fabbrica di tabacco, una delle migliori di Cuba, che produce un assortimento di qualità di sigari Montecristo, Partagás e Romeo y Julieta; dove si può assistere ai vari step della produzione. Tra le altre cose da fare c’è sicuramente quella di bere un buon mojito, tipico cocktail di Cuba, seduto in uno dei tanti locali presento nel centro storico della città, magari in compagnia degli abitanti della città, aperti e solari, che certamente vi avvicineranno per scambiare due chiacchiere.

viaggio-cuba

La Playa di Varadero, o Playa Azul, è senza dubbio la spiaggia più bella di tutto l’arcipelago cubano. Una lunga costa fatta di sabbia rosa e dorata e acqua cristallina, è molto diversa dagli altri centri turistici cubani tanto da assomigliare più a zone balneari come quella delle canarie o delle coste californiane.

Per la perenne luce tropicale, la sua esotica vegetazione ed il tepore delle sue acque, è una delle mete turistiche preferite soprattutto dai viaggiatori europei; una tappa immancabile del viaggio a Cuba. Negli anni le principale catene alberghiere hanno costruito a ridosso di questo paradiso hotel di lusso che offrono ai loro ospiti diversi comfort rendendo Varadero il luogo ideale per chi durante il viaggio a Cuba cerca un po’ di relax, ma anche belle spiagge e perché no una movimentata vita notturna.

A scoprire il potenziale di questa bellissima località, furono le famiglie benestanti cubane che già nella metà degli anni cinquanta, insieme ai turisti nordamericani, hanno scelto Varadero come meta delle loro vacanze. Tuttavia Varadero non è solo la meta ideale di chi ama il mare, inteso come relax sulla spiaggia; è anche e soprattutto meta scelta dagli amanti di sport acquatici e delle immersioni. Infatti durante le immersioni nel ricco fondale marino di Varadero che ospita una ricchissima flora marina, si può nuotare tra coralli, pesci colorati e molluschi. Ma non solo, in alternativa alle immersioni c’è la possibilità di fare lunghe passeggiate a cavallo o in bicicletta tra gli splendidi paesaggi di Varadero, fatti di spiagge e mare.

Inoltre Varadero è famosa in tutto il mondo per essere la sede di uno dei più importanti tornei di golf del mondo, al quale partecipano golfisti di ogni parte del pianeta.

viaggio-cuba

Cayo Largo è una piccola isola cubana e fa parte di uno dei 300 isolotti dell’arcipelago de Los Canarreos nel Mar dei Caraibi. Un’isola quasi incontaminata dalla presenza dell’uomo, dove regna ancora una fauna selvatica e dove facilmente si potranno vedere pellicani, aironi e pappagalli, ma anche iguane e tartarughe marine. Le origini calcaree dell’isola ha fatto si che nel corso di milioni si sia creata un’imponente barriera corallina. Un vero e proprio paradiso per tutti gli amanti di snorkeling che potranno nuotare tra numerosi pesci tropicali, dalle spugne colorate e dalle grotte sommerse. L’acqua marina passa dal turchese nei pressi della costa al blu intenso nelle vicinanze della barriera. Le spiagge più conosciute sono le due spiagge di sabbia bianca Playa Sirena e la Playa Paraiso; sulla prima spiaggia sono visibili le tartarughe marine giganti mentre Playa Paraiso è inserita tra le 10 spiagge più belle del mondo.

il viaggio a Cuba prosegue a Cayo Santa Maria che è l’isolotto più importante di Cuba e si trova nello splendido arcipelago de Jardines del Rey, al quale si accede da una strada che attraversa Bahia de Buena Vista. Le spiagge di questo isolotto, denominato Rosa Blanca de los Jardines del Rey, sono una combinazione perfetta tra acqua cristallina ed una fine sabbia banca. Tra le più belle spiagge di Cayo Santa Maria, ci sono Perla Bianca, Las Catelas, Canon e Cuatro Punta, con paesaggi naturali fatti di una esuberante vegetazione dove poter ammirare flora e fauna nel loro migliore stato di conservazione.

INFORMAZIONI RAPIDE:

VALUTA: – Peso Cubano
1 EUR = 28,92 CUP (circa)
– Peso Cubano Convertibile
1 EUR = 1,12 CUC (circa)

CAPITALE: L’Havana

LINGUA: Spagnolo

FUSO ORARIO: -6 Ora rispetto l’Italia.

VISTI: Necessario, da ottenere per forza prima della partenza. Di solito il tour operator o l’agenzia di viaggio si occupa della pratica per ottenere il visto.

RELIGIONE: Cristiani (59%), Agnostici (18%), Animisti (17%) altri.

VACCINAZIONI: Nessuna.

Sole e Caldo tutto l'anno, da evitare solo durante i mesi di settembre ed ottobre

Quando andare a Cuba?

Il periodo migliore per un viaggio a Cuba è da novembre fino ad aprile, durante questi mesi le temperature sfiorano i 28 gradi, il cielo sempre sereno e l’umidità è scarsa.

Tra maggio ed ottobre, invece, anche a Cuba, come nel resto dei paesi tropicali c’è il periodo delle piogge con precipitazioni violente soprattuto durante settembre ed ottobre. In questa stagione umida, le piogge possono diventare anche uragani e colpiscono la zona orientale di Cuba.Inoltre in questo periodo l’aria è afosa ed il caldo è umido, con temperature che arrivano anche a 32 gradi. 

Per quanto riguarda le acque del mare cristallino di Cuba, tra dicembre ed aprile, la temperatura si aggira tra i 26 ed i 31 gradi, quindi immersioni e snorkeling sono sempre indicati.

LA NOSTRA VALUTAZIONE PER MESE

Gennaio ☀️☀️☀️☀️☀️
Febbraio ☀️☀️☀️☀️☀️
Marzo ☀️☀️☀️☀️☀️
Aprile ☀️☀️☀️☀️☀️
Maggio ☀️☀️☀️☀️
Giugno ☀️☀️☀️☀️
Luglio ☀️☀️☀️
Agosto☀️☀️☀️
Settembre☀️
Ottobre☀️
Novembre☀️☀️☀️
Dicembre ☀️☀️☀️☀️☀️

Cosa c'è da sapere prima di partire per un viaggio a Cuba?

Cuba: Domande Frequenti

Quali documenti mi servono per un viaggio a Cuba?

Un viaggio a Cuba per motivi turistici con soggiorno inferiore ai 30 giorni necessita solo del passaporto con validità residua di almeno 6 mesi (IMPORTANTISSIMO) e di un visto d’ingresso da ottenere prima della partenza direttamente in Italia. Di solito il tour operator o l’agenzia si occupa della pratica, il costo solitamente si aggira intorno ai 30€.

Per maggiori informazioni, a tutti coloro che si apprestano a partire per un viaggio a Cuba consigliamo di consultare il sito della Farnesina.

Devo fare vaccinazioni obbligatorie per un viaggio a Cuba?

Per un viaggio a Cuba non è obbligatoria alcuna vaccinazione.

Per ulteriori informazioni sulle precauzioni e la situazione sanitaria nel paese, coloro che si apprestano a compiere un viaggio a Cuba possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Posso comprare una scheda SIM a Cuba per connettermi a Internet?

Durante un viaggio a Cuba si avrà sicuramente la necessità di connettersi ad Internet, ma purtroppo il Paese è ancora molto indietro da questo punto di vista. Infatti solo gli hotel, e principalmente quelli di buona categoria, edifici e attrazioni governativi possiedono connessione e reti WI-FI a cui ci si può connettere solo dopo aver acquistato una Scheda Oraria della Compagnia Statale ETESA. Questa soluzione è l’unica possibile per potersi connetter ad internet durante il proprio viaggio a Cuba, ma attenzione ogni volta che si accede alle reti WI-FI tramite la scheda oraria bisognerà poi disconnettersi per non sprecare minuti preziosi di connessione.

A Cuba non esiste ancora alcuna connessione mobile sia con compagnie locali sia attraverso roaming di compagnie estere.

Ricordiamo che per acquistare una Scheda Oraria ETESA a Cuba è necessario il passaporto ed è possibile acquistarne solo 3 a persona per volta. Il costo è di circa 2€ per 60 minuti di connessione.

Devo acquistare un'assicurazione sanitaria per un viaggio a Cuba?

Per un viaggio a Cuba e per qualunque paese al di fuori della comunità europea si consiglia di stipulare prima della partenza un’assicurazione medica e sul bagaglio.

Tutti i viaggi proposti e venduti da Colopolo.it e quindi anche i viaggi a Cuba comprendono nel prezzo sempre un’assicurazione medica e bagaglio.

Ovviamente c’è possibilità di stipulare polizze assicurative di viaggio ad hoc per qualsiasi esigenza.

È pericoloso viaggiare a Cuba?

Fare un viaggio a Cuba è sicuro. Ci sono stati episodi furti o scippi a danno dei turisti soprattutto nella capitale e per questo consigliamo di mantenere sempre alto il livello di attenzione e cautela, non ostentando denaro ed oggetti di valore, e non avventurandosi in quartieri poco frequentati.

Per tutte le altre informazioni specifiche coloro che si apprestano a fare un viaggio a Cuba possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Ho bisogno di un adattatore di corrente per un viaggio a Cuba?

A Cuba la corrente elettrica è a 110V e 60 Hz con prese di tipo A, B, C e L.

Consigliamo quindi l’acquisto di un adattatore universale di corrente o di un trasformatore a tutti coloro che si apprestano a compiere un viaggio a Cuba.