Proposti dai nostri esploratori

Tour consigliati e viaggi in Cile

Cosa vedere durante un viaggio in Cile?

Un paese meraviglioso tutto da scoprire

Un viaggio in Cile è un viaggio affascinante, che porta il viaggiatore amante del trekking su monti e vulcani a visitare cascate, laghi, fiordi e ghiacciai che sono abitati da una incredibile e unica fauna, con lama, alpaca, pudu, cervi, fenicotteri, condor, pinguini e chi più ne ha più ne metta.

Il tour del Cile è un tour che però può portare un turista non solo alla scoperta di paesaggi meravigliosi, come quelli offerti dalla Patagonia Cilena, ma anche alla scoperta dei luoghi dove hanno vissuto Isabel Allende, Pablo Neruda e Pinochet, mostrando i segni di questi personaggi e di molti altri.

Un tour dell’arte che passa per la capitale, Santiago, continuando per la meravigliosa Valpariso, una città completamente ricoperta di murales dove la street art, la musica e l’amore dominano l’aria e l’umore delle persone.

Le cose da vedere in Cile però non si limitano solo a questo: infatti, questa è la nazione dove si trova anche l’Isola di Pasqua, abitata dai famosi Moai, i faccioni che si elevano dal terreno e di cui ancora non si è compresa la funzione.

Infine, da visitare c’è anche il deserto di Atacama famoso per essere il luogo più arido del mondo e con la minore concentrazione di specie viventi: un luogo apparentemente ostile, ma che dona agli occhi di chi lo visita il miglior cielo notturno stellato che si possa vedere nell’arco di un’intera vita. 

viaggio-in-cile

Si comincia a parlare di un tour del Cile partendo della sua capitale, Santiago che è anche la metropoli più grande del Paese.

Solitamente ogni viaggio in Cile comincia visitando questa città, ubicata tra le Ande e la costa che le donano un clima temperato, dove l’architettura coloniale spagnola si mischia con quella moderna dei grattacieli costruiti recentemente. Il cuore pulsante della città è, come per tante altre capitali sudamericane, Plaza de Armas, molto trafficata a causa della sua centralità, con venditori e guide pronti a soddisfare le curiosità dei turisti. Qui si trovano anche la Cattedrale, recentemente restaurata, e il Museo Cileno di Arte Precolombiana.

Le analogie tra Santiago e le altre capitali sudamericane sono evidenti, solo che a Santiago, rispetto che a Lima, regna una sensazione di ordine maggiore nelle cose che governano la città. Anche qui, se un viaggiatore sente il bisogno di dover assaggiare le pietanze tipiche cilene, il Mercado Central è la soluzione adatta al suo caso.

Anche qui, come nella altre capitali, ci sono dei Barrios da visitare: il Barrio Bellavista, che si raggiunge in funivia, è uno di questi. Qui si trova il Cerro San Cristobal, lo spazio verde più ampio della città, dove ci sono giardini botanici di diversi tipi e dove si può godere la miglior vista di tutta Santiago.

Una delle attrazioni principali di Santiago è la Chascona, la casa che Pablo Neruda, il celebre poeta amante delle donne, fece costruire per vivere con la sua amante Matilde.

Per aggiungere qualcosa al viaggio nella storia del Cile, non si può non passare per il Palacio de la Moneda, un tempo sede della zecca e residenza presidenziale, dove il presidente Allende tentò di opporsi a Pinochet.

Per fare incetta, o semplicemente shopping, di arte ed artigianato locale, bisogna invece recarsi nell’area di Paseo Ahumada.

viaggio-in-cile

Continuando il tour del Cile, a 100 km da Santiago si trova una città che letteralmente significa “valle del paradiso”, Valparaiso.

Questa splendida città, raccontata da Isabel Allende nelle sue storie, è un vero museo a cielo aperto che sorge su una meravigliosa baia tra la Punta Angeles e Punta Gruesa.

Sebbene sia stata vittima di violenti terremoti, Valparaiso è ora una città moderna, colorata, allegra, giovanile e vibrante, dotata di vari servizi che possono far raggiungere i diversi livelli formati dalla quarantina di colline, chiamate Cerros che compongono la base della città.

I Cerros da non perdere sono quelli di Concepcion, Alegre, famoso per la sua multiculturalità, e Bellavista dove si trova una delle case dove ha vissuto Neruda: La Sebastiana.

Ovviamente in questa città, dominata dalla street art, c’è un Museo delle Belle Arti che si trova nel Paseo Jugoslavo, mentre il Museo Naval y Maritimo si trova sul Cerro Artilleria, dove si possono vedere molti cimeli della guerra del Pacifico, combattuta anche dal Cile.

La città è anche dotata di un porto, il più trafficato di tutta l’America meridionale che si affaccia sul Pacifico e che rappresenta il cuore commerciale della città. Qui da visitare c’è l’Iglesia de la Matriz, chiesa che era il luogo di preghiera per i marinai che avrebbero poi intrapreso la via del mare, e una serie di negozi dove poter far shopping per tutti i gusti e per tutte le tasche, come Molo Prat.

Passeggiando le vie del centro urbano si possono vedere i diversi murales che animano le mura dei palazzi e fermarsi a mangiare il piatto tipico della città, la chorilana, è veramente facile.

Infine, la città offre anche la possibilità di potersi divertire la sera, nei vari pub e locali, ma anche di rilassarsi al mare con cinque spiagge balneabili e altre visitabili, ma comunque ottime per prendere un po’ di sole.

viaggio-in-cile

Una delle attività principali di un eventuale tour del Cile è data dalla possibilità di poter visitare il deserto di Atacama, il luogo più arido del mondo.

Situato a 2.500 mt slm tra le Ande e la cordigliera della Costa, il deserto di Atacama, che prende il nome dall’atacamite, si presenta come un luogo molto duro dove l’escursione termica è di 35° tra giorno e notte, composto da rocce e polvere, diavoli di polvere, lunghi rettilinei per auto e rotaie per treni, rendendo questo ecosistema molto particolare e conosciuto soprattutto per la quasi totale assenza di vita anche se ospita tre aree naturali protette.

Il deserto di Atacama è uno dei luoghi più ostili della terra, dove la vita è veramente un miraggio: è quasi del tutto privo di vegetazione se non fosse per alcune specie di cactus e rarissime specie di fiori. Questi fiori sono figli di un evento unico al mondo, il “desierto florido”, fenomeno legato al Niño, celebre corrente del Pacifico che influenza il clima di tutta l’America meridionale.

Anche se la fauna è molto limitata e la vita veramente difficile, esistono alcuni insediamenti umani molto particolari in questa zona che sono le città portuali di Iquique, Caldera e Antofagasta che sono situate su terrazze poste alla base dei rilievi costieri e San Pedro de Atacama, una vera e propria oasi da visitare nonché principale punto di accesso per il deserto.

Dominata dal vulcano Licancabur, questa piccola cittadina di soli mille abitanti vive unicamente di turismo ed è animata dalle persone che vengono da tutte le parti del mondo per visitare il deserto. Al suo interno, vale la pena visitare il Museo Archeologico dedicato a Gustavo Le Paige, dove ci sono circa quattrocentomila reperti, tra i quali le mummie che sono state trovate nella zona.

Fuori dalla città invece si trova la Valle della Luna, da visitare al tramonto o all’alba, i geyser di El Tatio, le Terme di Puritana, le rovine di Tulor e i glifi, tra i quali quello del Gigante di Atacama.

Infine, essendo il deserto di Atacama un luogo famoso anche per l’assenza di inquinamento luminoso e luogo di studio per molti astronomi, non si può non parlare del cielo notturno: qui, l’alta quota e il cielo sgombro restituiscono la visione più limpida del braccio della Via Lattea osservabile in tutto il mondo che fa tenere ogni persona diversi minuti, se non ore, durante la notte solo con la testa in su.

In poche parole, il deserto di Atacama possiede veramente molte attività diverse da realizzare, rendendo questo posto un must del viaggio in Cile.

viaggio-in-cile

Per separarsi un po’ dal deserto e dalla terraferma, il tour in Cile offre una tappa marina: l’Isola di Pasqua.

Famosa per le enormi teste che escono dal terreno, i Moai, quest’isola offre un mix di svago, cultura e mistero che le conferiscono un fascino particolare ma imperdibile per chi decide di affrontare un viaggio in Cile.

Qui il silenzio domina il territorio, rendendo spettrale questo posto dove si possono ammirare anche dei cavalli selvaggi cavalcare un territorio per lo più incontaminato. In quest’isola l’escursione è principalmente naturalistica, con la possibilità di visitare i vari siti archeologici presenti dove centinaia di scienziati studiano, cercando di capirne il significato, i resti lasciati dalle antiche popolazioni che si trovavano qui e che si sono estinte.

Infatti, l’Isola di Pasqua è famosa anche per essere l’esempio vivente di come un popolo possa estinguersi per l’esaurimento delle risorse presenti sull’isola, richiamando una situazione attuale sulla quale tutti noi dovremmo riflettere.

Vale la pena una visita al Museo Antropologico Sebastian Englert, dove si trovano molti reperti collegati alle popolazioni che vivevano sopra l’isola, e al Parque Nacional Rapa Nui, dove si trova un numero elevatissimo di rovine.

Archeologia e natura, ma anche attrazioni particolari, come quella che si trova ad Ahu Te Pito Kura, dove oltre al Moai più grande di tutti ormai caduto sul terreno si trova una pietra dalle caratteristiche bizzarre e conosciuta come “ombelico del mondo”: questa possiede la particolare capacità magnetiche di far impazzire tutte le bussole che si avvicinano a lei.

Sull’isola è anche possibile anche fare turismo balneare, con una sosta e magari un bagno sulla spiaggia di Anakena oppure facendo snorkeling nelle acque di Motu Nui. Infine ci sono diverse possibilità anche di fare shopping nei villaggi e trovare locali e ristoranti.

viaggio-in-cile

Concludiamo il tour del Cile con un passaggio in Patagonia, all’interno del parco nazionale di Torres Del Paine, uno dei simboli di questa regione, in piena Antartide Cilena.

Il viaggio in Cile è il viaggio ideale per gli escursionisti urbani ed extraurbani e non poteva mancare la possibilità di passare in Patagonia, all’interno di una riserva che fa parte dei patrimoni dell’UNESCO.

Qui ci sono alcuni tra i sentieri più belli al mondo, in una zona veramente remota del pianeta, dominata dalle vette di granito del Massiccio del Paine che offrono la possibilità di poter realizzare diverse arrampicate.

La zona è piena di laghi che si possono navigare e visitare con diverse mini crociere offerte, foreste e ghiacciai, con possibilità di escursioni e passeggiate di diversa difficoltà e lunghezza.

Imperdibile il mirador di Lago Grey, dove si può scorgere in lontananza il ghiacciaio e vedere anche i diversi iceberg che popolano il lago, ma soprattutto il mirador di Las Torres, dove si possono visitare le tre vette del Massiccio del Paine, che sono sempre lambite dalle nuvole. Quest’ultima escursione è molto faticosa, ma rappresenta il motivo principale della visita in questa zona remota del Cile e del mondo.

INFORMAZIONI RAPIDE:

VALUTA: Peso Cileno
1 EUR = 738,4 CLP (circa)

CAPITALE: Santiago del Cile

LINGUA: Spagnolo.

FUSO ORARIO: -4 Ore rispetto l’Italia.

VISTI: Nessuno. Necessario solo il passaporto per soggiorni inferiori ai 90 giorni.

RELIGIONE: Cristianesimo (99%), altre.

VACCINAZIONI: Nessuna.

Una meta possibile tutto l'anno ma da Settembre a Maggio il clima è ottimo

Quando andare in Cile?

Il clima del Cile è un clima molto eterogeneo, condizionato sia dalla posizione del Paese che dalla sua forma allungata.

Se si vuol realizzare un viaggio in Cile, molto dipende dagli obiettivi che un viaggiatore si è posto: se si vuol andare in Patagonia il periodo migliore è quello tra Novembre e Marzo, se si vuol andare a Nord essendo la zona desertica e secca e molto prossima al Perù si può andare anche durante tutto l’anno e infine se si vogliono visitare le zone centrali il periodo migliore è quello tra settembre ed aprile.

Per realizzare un tour del Cile che comprenda tutte e tre le zone si consiglia quindi il periodo dell’estate australe.

Il meteo del Cile durante l’estate australe è stabile con poche precipitazioni rendendo il periodo che intercorre tra Settembre e Maggio molto favorevole per realizzare un viaggio in Cile.

LA NOSTRA VALUTAZIONE PER MESE

Gennaio ☀️☀️☀️☀️☀️
Febbraio ☀️☀️☀️☀️☀️
Marzo ☀️☀️☀️☀️☀️
Aprile ☀️☀️☀️☀️☀️
Maggio ☀️☀️☀️☀️
Giugno ☀️☀️☀️
Luglio ☀️☀️
Agosto ☀️☀️☀️
Settembre ☀️☀️☀️☀️
Ottobre ☀️☀️☀️☀️☀️
Novembre ☀️☀️☀️☀️☀️
Dicembre ☀️☀️☀️☀️☀️

Cosa c'è da sapere prima di partire per un viaggio in Cile

Cile: Domande Frequenti

Quali documenti mi servono per un viaggio in Cile?

Per un viaggio in Cile è necessario solo il passaporto con una validità residua di almeno 6 mesi. Non è richiesto un visto d’ingresso per soggiorni inferiori ai 90 giorni.

Consigliamo comunque di visitare questo sito per tutte le informazioni utili prima di intraprendere un viaggio in Cile.

Devo fare vaccinazioni obbligatorie per un viaggio in Cile?

Per un viaggio in Cile non è obbligatoria alcuna vaccinazione.

Per ulteriori informazioni sulla situazione sanitaria, coloro che si apprestano ad intraprendere un viaggio in Cile possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Posso comprare una scheda SIM in Cile per connettermi a Internet?

Durante un viaggio in Cile si avrà sicuramente la necessità di connettersi ad Internet, tutte le attività commerciali e gli alberghi nelle grandi città dispongono di WI-FI di buona qualità a cui ci si può connettere.

Ma a chi volesse essere connesso durante il proprio viaggio in Cile anche quando si è fuori dalle strutture dove si soggiorna può essere conveniente comprare una scheda SIM con un piano di connessione ad Internet in 4G. Consigliamo l’acquisto di una SIM della compagnia Entel che possiede la copertura migliore, a cui poi aggiungere per qualche decina di Euro un pacchetto dati per la navigazione.

Indispensabile per acquistare una Scheda SIM in Cile è il documento di riconoscimento.

Devo acquistare un'assicurazione sanitaria per un viaggio in Cile?

Per un viaggio in Cile e per qualunque paese al di fuori della comunità europea si consiglia di stipulare prima della partenza un’assicurazione medica e sul bagaglio.

Tutti i viaggi proposti e venduti da Colopolo.it e quindi anche i viaggi in Cile comprendono nel prezzo sempre un’assicurazione medica e bagaglio.

Ovviamente c’è possibilità di stipulare polizze assicurative di viaggio ad hoc per qualsiasi esigenza.

È pericoloso viaggiare in Cile?

Fare un viaggio in Cile è piuttosto sicuro. Il livello dei controlli e sicurezza nei quartieri, soprattutto centrali e di interesse turistico, è soddisfacente. Comunque si consiglia di prestare attenzione nei luoghi affollati e nelle periferie delle grandi città dove borseggiatori e piccoli criminali sono molto attivi.

Per tutte le informazioni specifiche in merito alla sicurezza coloro che si apprestano a fare un viaggio in Cile possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Ho bisogno di un adattatore di corrente per un viaggio in Cile?

In Cile la corrente elettrica è a 220 V e 50Hz con prese di tipo C e L.

Pertanto a coloro che si apprestano a fare un viaggio in Cile non necessitano di un adattatore universale di corrente.