Australia

Proposti dai nostri esploratori

Tour consigliati e viaggi in Australia

Cosa vedere durante un viaggio in Australia?

Una terra selvaggia ai confini del Mondo

Un viaggio in Australia è un viaggio in una terra che sembra a tratti aliena. Infatti in questa nazione che si trova dall’altra parte del Mondo, si trovano alcune tra le specie animali e non più rare al mondo, inserite in ecosistemi rarissimi e stupendi da visitare, come quello che offre la Grande Barriera Corallina, quello della Tasmania e quello di Kangaroo Island.

Un tour dell’Australia è un tour che si snoda lungo le grandi autostrade della costa, che toccano le grandi città come Sydney, Brisbane e Melbourne, lambendo spiagge meravigliose dove potersi rilassare o imparare ad andare con il surf, come Bondi Beach o Bells Beach.

Le cose da vedere in questo grande stato che occupa quasi tutto il continente dell’Oceania spaziano dalla modernità delle città, che hanno subito un rapido sviluppo e che rappresentano alcuni dei centri culturali e sportivi più importanti del pianeta, alle meraviglie dei parchi nazionali, dove si possono ammirare i canguri, i koala e tante altre specie che si possono osservare solo in questa nazione.

Per quanto riguarda le cose da fare, beh, l’Australia offre di tutto: dal relax al divertimento goliardico, dallo sport alle gallerie d’arte, passando per una cultura gastronomica principalmente incentrata su specialità di pesce e cultura del vino.

In poche parole, se un turista desidera gettarsi in una vacanza senza avere il timore che qualcosa possa mancare o con la voglia di lasciarsi andare a ciò che gli può capitare, l’Australia è una delle mete migliori al mondo.

viaggio-sydney-australia

Per cominciare il tour dell’Australia si è deciso di iniziare a parlare della città più popolosa di tutta l’Oceania, nonché la 14esima città globale: Sydney.

Sydney è uno dei centri commerciali e culturali più importanti dell’Australia, nonché una vera e propria città cosmopolita, che fonda il suo spirito proprio sul melting pot creato dalle diverse popolazioni che sono venute in cerca di fortuna in questa città. Chi decidesse di affrontare un viaggio in Australia deve sapere che Sydney è una città molto moderna, all’interno della quale è veramente facile spostarsi e che offre di tutto, dal turismo culturale a quello naturale, dall’avventura al relax sulle spiagge. Le cose da fare a Sydney sono veramente molte: cultura, arte, sport, parchi tematici e molto altro aspettano milioni di turisti che vengono da tutte le parti del mondo. Un tour di Sydney può cominciare dal panorama di tutta la città, che si può gustare appieno dall’altezza di 309 mt sulla Sydney Tower, dalla quale si possono vedere quelle che poi saranno le maggiori attrazioni da visitare in città, come l’Opera House, il famoso teatro dell’Opera con le vele bianche progettato da Utzon, che si affaccia nel porto principale della baia di Sydney. Da lontano si può vedere anche l’Harbour Bridge, che merita anche una visita: questo imponente ponte collega il Central Business District con il North Shore e una passeggiata qui, magari durante il tramonto, regala scenografie indimenticabili di tutta la baia, che si può visitare anche con tour organizzati con traghetti che partono dal porto e che portano anche nelle isole prossime alla città, come quella di Manly, dove si può fare turismo balneare e anche surf.

La baia di Sydney è sicuramente il luogo più caratteristico della città, dove si trovano anche molti punti d’interesse, come la Darling Harbour, una stretta insenatura dove si trovano musei, locali e anche uno zoo marino, il Wild Life Sydney Zoo. Sempre a proposito di animali da vedere, si consiglia una visita al Sea Life Aquarium e il Taronga Zoo.

Le esperienze che si possono realizzare a Sydney inoltre sono molto particolari: si può fare un’escursione al Wedding Cake Rock oppure si può visitare l’isola di Cockatoo, dove ci sono le vecchie officine per i sottomarini e una prigione abbandonata, come si può noleggiare una barca per fare il giro della baia, assaggiare lo street food asiatico a Chippendale e vedere le balene camminando sul litorale. A Sydney però non c’è solo una grande quantità di attrazioni moderne e multietniche, ma anche dei quartieri storici, dove vedere i primi insediamenti inglesi che ci sono stati nel XIX secolo. Uno di questi è il The Rocks, che da l’impressione di trovarsi in Inghilterra più che in Australia. Inoltre, c’è altra natura e altra arte da vedere, con Royal Botanic Gardens, il Chinese Garden of Friendship e Hyde Park per la prima categoria e l’Art Gallery of New South Wales e il Barrack’s Museum (che si trova all’interno di Hyde park) per la seconda.

Per quanto riguarda shopping e divertimento, Sydney è piena di locali, pub, bar e ristoranti dove potersi divertire e provare le più disparate cucine provenienti da tutto il mondo: se un turista necessita di fare acquisti, si consiglia il Queen Victoria Building o i negozi presso George Street e Pitt Street per lo shopping di lusso, mentre i mercatini di Glebe sono perfetti per regalarsi e regalare qualche souvenir.

Infine, se si sentisse ancora il bisogno di andare al mare e si volesse iniziare ad imparare ad andare sulla tavola da surf, a Bondi Beach c’è la possibilità di prendere delle lezioni, ma anche quella di prendere un drink sulla spiaggia.

viaggio-in-australia

La seconda città più importante del nostro tour dell’Australia è una città che si affaccia sull’Oceano e che è tra le più fresche di tutta l’Australia, proprio perché rivolta direttamente verso l’Antartide: Melbourne. Come per Sydney, anche Melbourne possiede ogni tipologia di attività, pronta a soddisfare le esigenze più disparate dei turisti, rendendo questa città un must see del viaggio in Australia.

Le cose da vedere e da fare a Melbourne sono diverse: si possono fare diversi sport, acquatici e non come il cricket e il football australiano, si possono vedere musei e mostre, si può girare nei vecchi vicoli costruiti nel XIX secolo dai primi inglesi che si sono insediati qui e ritrovarsi nella baia a passeggiare o pedalare e si può mangiare in alcuni dei migliori ristoranti di tutta l’Australia oppure festeggiare nei bar sui tetti della città.

Melbourne è una città frenetica, popolata da persone molto attive sia sul fronte del lavoro che su quello del divertimento, restituendo così agli occhi di un turista l’impressione di trovarsi in un luogo in continuo mutamento, con delle consuetudini molto forti e stabili. Il centro storico di Melbourne è molto bohemienne, pieno di gallerie commerciali, boutique e vicoli con graffiti e murales di ogni genere: in questa zona inoltre si trovano il Royal Exhibition Building, il Melbourne Museum, un paio di cattedrali da visitare e il Manchester Unity Building, famoso per l’art decò.

Sempre in tema arte e cultura, si consiglia di visitare la National Gallery of Victoria, l’Heide Museum dell’arte moderna e l’Australian Centre for the Moving Image, dedicato al mondo della televisione, del cinema e della cultura digitale. Anche Melbourne, tra le cose da vedere, offre diverse attrazioni naturalistiche, come il Royal Botanic Gardens e il Royal Park, dove ci si può rilassare, fare un picnic o un po’ di jogging e anche visitare il Melbourne Zoo.

Per quanto riguarda lo sport, come per Sydney, a Melbourne non mancano le possibilità di fare un po’ di surf e magari mettere in pratica le lezioni prese a Sydney: per realizzare questo desiderio, bisogna semplicemente dirigersi verso la penisola di Mornington o verso quella di Bellarine.

Infine, Melbourne è anche shopping di prodotti locali, tra i quali si consiglia di provare il vino, e locali sul lungomare di St Kilda, dove si può sentire musica dal vivo, partecipare a un po’ di movida locale oppure andare a divertirsi semplicemente al Luna Park.

 

La terza città di cui parleremo in questo tour dell’Australia è Brisbane. Questa città, che si trova nella zona orientale dell’Australia e che sorge sul fiume che porta il medesimo nome, è molto vivace, con un clima caldo e sub tropicale, che la rendono anche molto interessante per il turismo balneare e gli sport acquatici.

In un viaggio in Australia, la tappa di Brisbane è consigliata per il motivo che questa città, avendo subito un rapido sviluppo, rimane molto moderna e quindi piena di confort, servizi ed attività da svolgere. Tra le cose da vedere a Brisbane si consiglia un giro nel South Bank, vicino al fiume, celebre proprio per la varietà dei servizi offerti che vanno dal parco al ristorante, dal bar alla caffetteria, negozi, gallerie d’arte e musei.

Per quanto riguarda il panorama offerto dalla città, si può scegliere di ammirarlo in due modi: utilizzando la ruota panoramica oppure arrampicandosi (e volendo anche calandosi con una fune) sul ponte più rappresentativo della città, lo Story Bridge. Come abbiamo già detto, Brisbane più che una città sembra un parco divertimenti, grazie alla grande cordialità della popolazione e anche alla moltitudine di servizi presenti, come l’Aquativity,  un parco acquatico ideale per le famiglie e grazie alle spiagge che sono piene di confort di ogni tipo, sia per quanto riguarda il relax sia per quanto riguarda gli sport acquatici.

Brisbane è però anche arte e cultura: qui si trova il GoMA, la più grande galleria di tutta l’Australia per quanto riguarda l’arte moderna e contemporanea, e la Queensland Art Gallery.

Concludiamo il nostro piccolo tour della città con una serie di cose da fare a Brisbane. Molto interessante è la risalita in kayak del fiume, che riesce a rappresentare sia una chance per poter praticare un po’ di sport, sia una occasione per visitare da un punto di vista particolare la città e, alla fine di tutto ciò, si consiglia di rimanere nella zona del fiume a gustare i gamberi tipici di questa zona del mondo; altra esperienza molto gioviale e vicina al turismo naturalistico è quella che si può provare al campeggio di lusso di Nightfall, a un’ora e mezza da Brisbane, vicino alla foresta del Lamington National Park.

Infine, chi volesse far shopping deve sapere che il Collective Markets, nella Stanley Street Plaza, è il luogo adatto dove poter acquistare degli oggetti veramente unici, che renderanno dei ricordi unici del viaggio in Australia.

viaggio-in-australia

Dall’altra parte di Brisbane esiste una città che si affaccia sull’Oceano Indiano che non può mancare in un ipotetico tour dell’Australia: Perth.

Fondata nel 1923 sul fiume Swan, anche questa città ha iniziato a svilupparsi grazie alla venuta dei galeotti inglesi i quali furono fondamentali nella costruzione della Government House e la Perth Town Hall, che consigliamo di visitare.

Le cose da vedere a Perth non si riducono però a questi due palazzi, perché Perth possiede una serie di quartieri molto caratteristici, se non eccentrici, come Subiaco, Leederville e Northbridge, dove si trovano diversi bar, locali e negozi all’ultimo grido. Perth mischia con estrema cura arte, ispirazione e cura del luogo e della natura e questo è ben visibile visitando il porto storico di Fremantle, dove si trovano l’Arts Centre e la Old Courthouse, ma anche il Maritime Museum e le Shipwreck Galleries, dove poter realizzare un vero e proprio viaggio nella storia dell’Ausrralia e della città. La natura è presente a Perth nel Kings Park e nel Perth Botanic Garden, dove poter fare una passeggiata e mangiare all’aria aperta.

Per quanto riguarda le cose da fare a Perth, sicuramente un giro dei bar rientra nella categoria: questo non tanto perché si vuol spingere un turista a bere a più non posso, ma perché le principali attività ludiche della città si svolgono all’interno di questi piccoli locali, tutti differenti tra loro e in una sorta di competizione per essere il più trendy. Tra questi, si consigliano l’Andaluz, il The Aviary, l’Hula Bula, il 399 e l’Helvetica. In tema musei, si consiglia invece di visitare il Western Australian Museum, pieno di scienza e storia, e l’Art Gallery of Western Australia, dove si trova una ricca collezione di arte indigena.

A Perth la navigazione è una cosa seria e lo si capisce anche dal fatto che la sede australiana dell’America’s Cup si trova qui: per questo, si può girare la Matilda Bay con uno yacht oppure si può imparare ad andare a vela, magari risalendo il fiume per visitare la città. Se invece si desidera qualcosa di più modesto, si può prendere anche un semplice traghetto per andare a Rottnest Island ad incontrare i mitici quokka, piccoli marsupiali che si trovano solo in questa regione, oppure per andare a rilassarsi nelle oltre sessanta spiagge offerte dall’isola.

Come per il resto delle città sulla costa australiana, anche Perth offre delle spiagge stupende dove poter scegliere se rilassarsi oppure se fare un po’ di surf, ma anche diverse attività dedicate all’avventura, come voli acrobatici e rally automobilistici dove potersi cimentare con le strade del posto o dove farsi guidare da una guida esperta e vivere un’emozione veramente particolare.

Infine, datosi che l’Australia è uno dei principali produttori di vino al mondo, se si desidera assaggiare qualcosa di particolare si può anche decidere di partecipare a uno dei tour previsti nella Swan Valley, dove si trovano aziende vinicole e cantine per la degustazione dei prodotti locali.

 

viaggio-in-australia

In un viaggio in Australia, soprattutto per gli amanti della natura e delle spiagge incontaminate, una visita nella splendida terra della Tasmania è qualcosa che non può mancare nella lista delle cose da vedere in Australia di un viaggiatore che si rispetti.

La Tasmania è un’isola che si trova nel sud dell’Australia famosa soprattutto per le bellezze naturali che offre, specialmente in primavera quando la flora, che torna alla vita, fiorisce regalando migliaia di colori e rendendo magica quest’isola. Storicamente l’isola fu una colonia penale con i galeotti più pericolosi provenienti dall’Inghilterra e questa storia è visibile nei principali centri abitati, che sono Hobart, la capitale della Tasmania che offre molti punti di interesse e che è ben fornita dai servizi, Marquarie Harbour, Maria Island e Port Arthur, che è anche un importante punto di interesse storico, dove potersi immergere nella storia di quest’isola.

Le cose da fare in Tasmania sono principalmente legate al turismo naturalistico: qui ci sono numerosi Parchi Nazionali, che offrono una flora e una fauna veramente unica al mondo, oltre che una serie di sentieri da percorrere e di attività da svolgere. Tra i Parchi Nazionali da visitare c’è il Southwest National Park, che offre diversi sentieri più o meno impegnativi, ma tutti lunghi e da percorrere in otto ore circa, che regalano paesaggi mozzafiato oltre che la possibilità di incontrare il Diavolo della Tazmania e altre specie che esistono solo in questa zona del mondo.

Per gli amanti del trekking in montagna, un’escursione al Monte Amos dalla cui cima è possibile vedere gran parte dell’isola, può essere una soluzione all’esigenza di sgranchire le gambe con sentieri abbastanza impegnativi. Un’altra esperienza molto interessante è quella che offre la foresta calcificata di King Island, dove si può girare all’interno di un’area protetta dove sembra di essere in un deserto che sta cominciando ad inaridirsi, regalando uno scenario surreale e a tratti fuori dalla realtà.

Inoltre ci sono molti altri luoghi da visitare, come il Rhododendron Garden nella Emu Valley, un giardino pieno di tantissime specie di rododendri prelevati da tutto il mondo, l’isola Flinders, dove si possono raccogliere i Killiecrankie diamonds, che sono dei topazi caratteristici dell’isola molto simili al quarzo, l’Oyster Bay, dove si possono mangiare le ostriche appena pescate, e il Farm Gate Market di Hobart, dove si trova un mercatino di prodotti tipici alimentari ed artigianali prodotti sull’isola.

viaggio-in-australia

Al largo del sud australiano e a trenta minuti di navigazione da Adelaide si trova una piccola isola che, come per la Tasmania, possiede animali endemici e meravigliose lande incontaminate che prende il nome dai principali abitanti di quest’isola, che sono i canguri: Kangaroo Island.

In quest’isola infatti è molto facile trovare gli animali e i volatili del posto e per questo è stata rinominata con la locuzione di “zoo naturale”. Ad esempio tra le foglie delle piante di eucalipto si possono trovare facilmente dei koala oppure si possono avvistare gli echidna e i varani per strada, ma a prescindere da questo soprannome, la stessa isola possiede dei parchi naturali molto interessanti da visitare, come l’Hansen Bay Wildlife Sanctuary, il Kelly Conservation Park, il Flinders Chase National Park e il Lathami Conservation Park e il Seal Bay Conservation Park, dove ci sono i leoni marini australiani che sono minacciati dall’estinzione.

L’isola è estremamente ricca di specie animali molto rare, alcune di queste a rischio estinzione, come cactua nero lucente, ma anche di tanti altri che sono comunque osservabili solamente con un viaggio in Australia, come i koala, i canguri, i pellicani australiani, i cigni neri australiani, i wallaby e tanti altri ancora.

L’isola non offre solo natura a più non posso: in un tour di Kangaroo Island infatti si possono anche girare le città presenti e visitare le coste incontaminate, che si dividono in quelle del sud, più fredde e selvagge, e quelle del nord, dove si può anche fare del turismo balneare, nuotate comprese. A Kangaroo Island infatti le sorprese son sempre dietro l’angolo: una di queste è la presenza del quarto hotel più bello del mondo, il Southern Ocean Lodge, all’interno del quale c’è un ristorante dove si mangia benissimo il pesce. Tra l’altro, in tutta l’isola, il pesce è veramente un must della cucina e le pietanze locali sono di qualità estremamente alta, specialmente i frutti di mare, il formaggio, il vino, la birra artigianale e il miele.

Questa produzione legata alle opportunità che il terreno offre è collegata anche all’estrema qualità dell’artigianato locale: ad esempio, con la cera delle api vengono realizzate delle candele profumate che non possono mancare al ritorno da questo paradiso.

viaggio-in-australia

Un viaggio in Australia può essere anche una vera e propria vacanza al mare. Un tour dell’Australia infatti può coniugare bene il bisogno di esplorare le moderne città e i parchi naturali con la necessità di turismo balneare che una persona può avere, visto che tutte le città più importanti da visitare si trovano sulle coste. Inoltre, il turismo balneare australiano è anche pregno di attività sportive: un’idea può essere imparare a fare surf, vista la grande disponibilità di maestri in giro per tutta l’Australia.

Le cose da fare in Australia al mare però non si esauriscono al relax e al surf: infatti, è possibile anche fare snorkeling, kayak, canoa, vela e, soprattutto, fare immersioni nella barriera corallina. Le coste del Nuovo Galles del Sud sono tra le più gettonate dai turisti: qui si trova la Pacific Coast Touring Route NSW, che oltre a collegare Sydney e Brisbane regala una serie di spiagge e insenature dove potersi fermare a riposare o a fare sport, come Bondi Beach (Sydney), Tallow Beach (Byron Bay) e Hyams Beach (Jervis Bay).

Nel Queensland, dove gli stessi australiani ammettono che “è il posto dove l’Australia brilla”, invece si snoda la seconda parte della Pacific Coast Touring Route, solo che come suffisso possiede QLD, che unisce Brisbane a Cairns. In questa seconda parte di itinerario c’è quello che è il sogno di ogni amante dello snorkeling e delle immersioni: la Grande Barriera Corallina, la più grande barriera corallina del mondo che, con i suoi 350.000 km quadrati è anche visibile dallo spazio. Per realizzare questo sogno è necessario uscire dalla strada e prendere un’imbarcazione che vada berso Fraser Island, che è la più grande isola di sabbia del mondo e che offre, oltre al suo grande patrimonio naturalistico, anche una serie di relitti al suo largo e la possibilità di interagire con la cultura aborigena. Tra le spiagge di questo itinerario è giusto citare Whitehaven Beach, che si trova sulla Whitsunday Island. In relatà Whitsunday è un complesso di settantadue isole che attraversano la Grande Barriera Corallina e che quindi possono essere un ottimo punto di partenza, oltre che perfette per svagarsi.

Altro itinerario molto interessante è quello offerto nello stato di Victoria dalla Great Ocean Road, che parte da Torquay  con la Bells Beach , famosa per essere tra i ritrovi più importanti del mondo per gli amanti del surf, e arriva a Warrnambool, passando per Port Campbell, dove è possibile vedere anche i 12 Apostoli, che sono dei maestosi pilastri di roccia calcarea che si ergono dal mare, e Port Fairy, dove si possono anche incontrare le colonie di ontarie.

Infine, siamo arrivati alle coste dell’Australia occidentale, le quali sono bagnate dall’Oceano Indiano, e al suo percorso, che è scandito dall’ Indian Ocean Drive: questa strada collega Perth a Exmouth e le spiagge più rinomate sono quella di Cable Beach, a Broome, dove si possono effettuare escursioni con i cammelli, vedere siti archeologici dedicati ai dinosauri e anche passeggiare nel mercato delle perle.

Le altre spiagge che si raccomandano in questo percorso sono quelle di Hellfire Bay, dove c’è il Cape Le Grand National Park, e quelle di Coral Bay, dove invece c’è il Ningaloo Reef, che è una delle barriere coralline più belle e famsoe del mondo.

INFORMAZIONI RAPIDE:

VALUTA: Dollaro Australiano
1 EUR = 1,57 AUD (circa)

CAPITALE: Canberra

LINGUA: Inglese

FUSO ORARIO: +7/9 Ore rispetto l’Italia.

VISTI: Necessario, da ottenere a questo sito. Ha una validità di 90 giorni.

RELIGIONE: Cristianesimo (90%), altre.

VACCINAZIONI: Nessuna.

Una meta per tutto l'anno, ma perfetta da settembre a dicembre

Quando andare in Australia?

Il clima dell’Australia è differente da zona a zona soprattutto per la grande espansione del territorio. Per questo motivo, si individuano quattro fasce climatiche differenti: nella zona centrale il clima è desertico, a nord equatoriale, a est tropicale e a sud temperato.

A seconda della tipologia di vacanza e del periodo disponibile allo spostamento di un turista, si possono quindi valutare diverse soluzioni

Se decideste di affrontare un tour dell’Australia il periodo migliore è quello della primavera e dell’autunno australe, quando il meteo dell’Australia è comunque molto simile a quello delle medesime stagioni in Italia. Se invece lo scopo del viaggio è una vacanza al mare, il periodo dell’estate australe è il migliore.

I mesi da prendere in considerazione per un viaggio in Australia sono quindi quelli tra aprile e giugno e quelli tra settembre e novembre in caso di Tour dell’Australia, mentre per una vacanza al mare in Australia si consiglia il periodo tra Dicembre e Gennaio.

LA NOSTRA VALUTAZIONE PER MESE

Gennaio ☀️☀️☀️☀️
Febbraio ☀️☀️☀️
Marzo ☀️☀️☀️
Aprile ☀️☀️☀️☀️
Maggio ☀️☀️☀️☀️☀️
Giugno ☀️☀️☀️☀️
Luglio ☀️☀️☀️
Agosto ☀️☀️☀️
Settembre ☀️☀️☀️☀️☀️
Ottobre ☀️☀️☀️☀️☀️
Novembre ☀️☀️☀️☀️☀️
Dicembre ☀️☀️☀️☀️

Cosa c'è da sapere prima di partire per un viaggio in Australia

Australia: Domande Frequenti

Quali documenti mi servono per un viaggio in Australia?

Per un viaggio in Australia è necessario solo il passaporto in corso di validità e il Visto d’Ingresso, con validità di 90 giorni, chiamato “e-visitor visa” da ottenere a questo sito.

Consigliamo comunque di visitare il sito della Farnesina per tutte le informazioni utili prima di intraprendere un viaggio in Australia.

Devo fare vaccinazioni obbligatorie per un viaggio in Australia?

Per un viaggio in Australia non è obbligatoria alcuna vaccinazione.

Se si proviene da un Paese a rischio per la trasmissione della Febbre Gialla si deve presentare il certificato di vaccinazione contro la malattia.

Per ulteriori informazioni sulla situazione sanitaria, coloro che si apprestano ad intraprendere un viaggio in Australia possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Posso comprare una scheda SIM in Australia per connettermi a Internet?

Durante un viaggio in Australia si avrà sicuramente la necessità di connettersi ad Internet, tutte le attività commerciali e gli alberghi dispongono di WI-FI di ottima qualità a cui ci si può connettere liberamente.

Ma chi volesse essere connesso durante il proprio viaggio in Australia anche quando ci si trova fuori dalle strutture dove si soggiorna, può tranquillamente comprare una scheda SIM con un piano di connessione ad Internet in 4G. Tra le tante compagnie telefoniche presenti sul territorio australiano, consigliamo di acquistare una SIM con una pacchetto dati da: Virgin Mobile o Optus o Vodafone Australia che possiedono tutte un’ottima copertura.

Indispensabile per acquistare una Scheda SIM in Australia è il documento di riconoscimento.

Devo acquistare un'assicurazione sanitaria per un viaggio in Australia?

Per un viaggio in Australia e per qualunque paese al di fuori della comunità europea si consiglia di stipulare prima della partenza un’assicurazione medica e sul bagaglio.

Tutti i viaggi proposti e venduti da Colopolo.it e quindi anche i viaggi in Australia comprendono nel prezzo sempre un’assicurazione medica e bagaglio.

Ovviamente c’è possibilità di stipulare polizze assicurative di viaggio ad hoc per qualsiasi esigenza.

È pericoloso viaggiare in Australia?

Fare un viaggio in Australia è assolutamente sicuro, bisogna solo prestare un minimo di attenzione nelle grandi città, soprattutto nelle periferie delle stesse.

Per tutte le informazioni specifiche in merito alla sicurezza coloro che si apprestano a fare un viaggio in Australia possono visitare il sito dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Ho bisogno di un adattatore di corrente per un viaggio in Australia?

In Australia la corrente elettrica è a 240 V e 50Hz con prese di tipo I.

Pertanto a coloro che si apprestano a fare un viaggio in Australia consigliamo di acquistare un adattatore universale di corrente.